Ti sarà inviata una password per E-mail

Scatta sabato prossimo, 13 ottobre, il campionato regionale di serie C2, in cui l’Oleodinamica Forlì parte fra le favorite del girone B.  E come premio per mister Francia, che tanto bene ha fatto in questo inizio di stagione traghettando i suoi alla vittoria del girone di Coppa Emilia-Romagna, arriva l’ultimo colpo di mercato del diesse Ghirelli, che in settimana ha perfezionato il tesseramento dell’esperto portiere Davide Cassano, che si giocherà il posto con Valpiani formando una coppia di assoluto valore per la categoria.

Cassano, forlivese classe ’87,  cresce nelle giovanili del Derby Calcio a 5, dove gioca per tre stagioni, due in juniores ed uno in under 21, aggregato alla prima squadra di mister Carobbi. Un anno, quest’ultimo, molto importante nella sua crescita, in cui si toglie la soddisfazione di vincere il campionato regionale con l’under  e accedere ai playoff promozione con la prima squadra in serie B. Il Derby chiude però i battenti in quella stagione, dunque  Davide passa al Ravenna Calcio a 5 in serie C1, con una parentesi di sei mesi in prestito proprio a Forlì dove esordisce nella serie cadetta. Dopo sei stagioni consecutive a Ravenna,  prima un biennio a Castello con un anno di C1 ed uno in B, poi, nell’ultimo triennio, l’esperienza con la Futsal Cesena sempre nella serie cadetta.

Un vero e proprio colpo da novanta, dunque, quello messo a segno dal direttore sportivo Ghirelli, che si assicura un portiere cercato da diverse squadre di categorie superiori. “Vestire la maglia della squadra della propria città è un onore e un privilegio – spiega Cassano – Nella mia scelta non ha influito la categoria, Ghirelli è stato determinante nella mia scelta di accettare Forlì rispetto a piazze che giocano in categorie superiori. Il suo progetto è ambizioso e stimolante.

Ma non sono solo le parole hanno fatto cedere Cassano alle avance di Ghirelli. “Sono stato aggregato al gruppo fin dal primo giorno di preparazione – continua ancora il portiere biancorosso – in cui ho potuto apprezzare sia il valore di una rosa costruita con un giusto mix di giovani e giocatori più esperti, sia la grande organizzazione dello staff tecnico in primis e di tutta la società. Spero di dare il mio contributo per riportare Forlì nelle categoria che merita.