Ti sarà inviata una password per E-mail

Dopo la straordinaria prova di forza di Marquez in Spagna, con il triste harakiri delle Ducati che ha lasciato a secco di punti Andrea Dovizioso, il Motomondiale si prepara per il Gran Premio di Francia a Le Mans.

Il circuito francese ha visto trionfare nelle ultime tre edizioni la Yamaha, con gli spagnoli Lorenzo (2015-2016) e Viñales (2017) sul gradino più alto e Rossi al secondo posto. Il pesarese nella scorsa stagione è scivolato mentre lottava per la vittoria, ed aspetta con impazienza questo appuntamento per dare una sferzata al suo mondiale: “Sono felice di correre in Francia, sulla carta siamo sempre veloci in questo circuito. Mi aspetto di essere più competitivo rispetto agli ultimi week end, anche se non sappiamo cosa faranno gli avversari”.

In casa Honda l’atmosfera è ovviamente positiva, alla luce dei risultati di Marc Marquez che lo hanno proiettato al primo posto in classifica con un discreto margine, a poche gare all’inizio del mondiale: “Dobbiamo lavorare molto per sfruttare il momento positivo – ha dichiarato il cabroncito – In passato abbiamo lottato per il podio e la vittoria, altre volte abbiamo faticato a trovare il ritmo, ma ogni stagione è differente”.

Diversa la situazione in casa Ducati. L’unico team ufficiale che alla vigilia della stagione sembrava poter concretamente dar fastidio ai nipponici ha finora faticato. La casellina delle vittorie è a 1 per la casa di Borgo Panigale e lo sfortunato doppio incidente di Jerez ha impedito alla rossa di portare a casa punti preziosissimi in chiave titolo. Nelle ultime settimane a tenere banco non sono però i risultati, ma il rinnovo – non rinnovo di Andrea Dovizioso. Il forlivese, alla luce dei risultati della scorsa stagione, vuole una giusta ricompensa (attualmente il suo ingaggio è 1/4  di quello del compagno di box Lorenzo), ma la Ducati sembra abbastanza ferma nella sua offerta. Come se non bastasse nella trattativa si è inserita anche la Honda, interessata al pilota italiano. Come andrà a finire? Al 99% con una conferma. Il week end in Francia potrebbe sciogliere gli ultimi dubbi e finalmente definire il futuro dell’asso forlivese che in un’intervista a Moto.it ha confermato: “Negli ultimi giorni ci siamo avvicinati molto, mancano solo alcuni dettagli. Piccoli dettagli. Si continuerà a parlare. Poi, verrà fatto l’annuncio“.

Fiducia anche sul prossimo week end ha dichiarato: “Considerando la competitività che abbiamo dimostrato a Jerez, sono convinto che potremo andare bene anche a Le Mans, e quindi da questo punto di vista sono sereno”.

Tornando al prossimo GP, i pretendenti al podio non sono certo finiti. Johann Zarco, secondo in classifica mondiale, si è dimostrato finora il pilota numero uno tra tutte le Yamaha, e nel 2017 nel gran premio di casa ha ottenuto un ottimo secondo piazzamento, grazie anche alla scivolata di Rossi. Riflettori puntati anche su Andrea Iannone e la sua Suzuki, reduci da due podi consecutivi, e su Cal Crutchlow, che atterra in Francia con una gran voglia di riscatto dopo gli ultimi due gran premi.

IL CIRCUITO

Il gran premio di Francia dal 2000 si svolge nel circuito di Le Mans, intitolato ad Ettore Bugatti. Si tratta di un altro dei circuiti storici del Circus, famoso anche per la 24 ore. Dopo varie modifiche richieste dalla federazione internazionale del motociclismo, il tracciato dal 2008 ha una lunghezza di 4.185 metri, si percorre in senso orario e conta 11 curve. Il rettilineo misura 450 metri.

Le ultime 6 edizioni del gran premio sono andate alla Spagna ( 3 volte Lorenzo, 1 Pedrosa, 1 Marquez e 1 Viñales), ed è la Yamaha la casa che si è sempre trovata a proprio agio in Francia, anche con Valentino Rossi (12 podi con 3 vittorie).