Ti sarà inviata una password per E-mail

Andrea Dovizioso e la Ducati ci sono, Marc Marquez non è da meno e risponde presente. Insomma, a Losail è subito ‘guerriglia’. E poco conta se la prima piazza in griglia la strappa la Yamaha di un positivo quanto sorprendente Maverick Vinales, perché le qualifiche del sabato hanno mostrato un Dovi carico a palla, con la sua Rossa piuttosto sul pezzo e in assetto gara. Capace, nel Q2 qatariota, di girare sempre su tempi davvero ottimi e chiudere alle spalle dello spagnolo di due decimi. Volti le spalle e immediatamente trovi il Campione del Mondo in carica, a stampare di fatto lo stesso identico tempo di Dovi (appena 1 millesimo più lento): Marquez partirà 3º. Bene la Ducati Pramac di Jack Miller (4º, +0.263), mentre Danilo Petrucci deve accontentarsi del 7º posto.

“Siamo riusciti a migliorare tantissimo durante il fine settimana – spiega un soddisfatto Dovizioso al termine del turno di prove ufficiali – Abbiamo fatto tanti passi in avanti rispetto ai test, sono davvero felice. Non mi sarei mai aspettato di partire dalla prima fila. Ho anche commesso un paio di errorini, dunque il tempo poteva essere addirittura migliore. Il team ha lavorato molto bene: ampio merito va dato a loro. Le condizioni meteo? Erano buone e ci hanno permesso di fare buoni tempi, ma in gara, chiaramente, può essere tutt’altra cosa”.