Ti sarà inviata una password per E-mail

Per Matteo Nannini si è concluso l’ultimo test invernale su suolo europeo, lo scorso mercoledì, sul circuito del Mugello, pista calcata per la prima volta in assoluto lo scorso 10 ottobre. Il forlivese oblitera una prestazione soddisfacente anche all’autodromo toscano, dove si conferma il più veloce tra i piloti debuttanti. Le condizioni meteo hanno reso il tutto più complicato per i giovani piloti di Formula 4, i quali hanno fatto i conti con l’asfalto umido nella prima giornata di test.

Nel primo turno Matteo si è concentrato sulla sensibilità, che è stata messa a dura prova, avendo effettuato i run con gomme slick su pista bagnata, mentre gran parte dei candidati avevano optato per le rain. Naturalmente la scelta di Nannini è stata più rischiosa e ha penalizzato il pilota per quanto riguarda le prestazioni, ma ha svolto un ottimo lavoro considerate le difficoltà, riuscendo a mantenere la vettura in pista e staccando un solido nono tempo su un totale di 23 concorrenti. Nel pomeriggio il forlivese riesce poi a migliorarsi, beneficiando delle condizioni più favorevoli e risalendo quindi alla settima piazza.

Decisamente differente è stato il secondo giorno, in cui la pioggia ha lasciato spazio al sole, nonostante le temperature siano rimaste basse. Durante il quarto e ultimo round del pomeriggio, Nannini ha stabilito il miglior tempo in condizione di gara, mentre nella classifica generale si è collocato in sesta posizione. “Potevo fare di meglio ma una serie di bandiere rosse hanno interrotto il mio giro veloce – spiega il pilota al termine della seconda giornata – Comunque abbiamo dimostrato di essere competitivi e in grado di lottare con i piloti più esperti, comunque anche oggi sono stato il migliore fra i piloti debuttanti e ne sono felice”.

Ora si parte alla volta di Dubai, dove due giorni di test attendono il nostro Matteo martedì 4 e mercoledì 5 dicembre. Le temperature saranno completamente diverse rispetto all’Europa, pertanto sarà possibile simulare con accuratezza le condizioni che incontrerà poi nel corso dell’ormai imminente campionato degli Emirati Arabi.