Ti sarà inviata una password per E-mail

Era nell’aria da tempo e da ieri è ufficiale: il progetto One Team perde uno dei suoi pilastri portanti (il più importante insieme all’AICS), l’ASD Junior Cà Ossi. Attraverso una stringata nota stampa – in calce – la società ha comunicato la conclusione, da fine stagione, della collaborazione con la prima realtà “consociativa” giovanile forlivese. Che qualcosa scricchiolasse si era avvertito già l’estate scorsa con le dimissioni, per motivi personali, dalla presidenza del caossino Filippo Cicognani. Evidentemente, l’esser riusciti a colmare il vuoto trovando in una figura stimata e super partes come il prof. Giorgio Ercolani un nuovo timoniere, non è stato sufficiente per ricomporre le due anime del progetto, quella più vocata all’agonismo del Cà Ossi e quella più formativa dell’AICS. Ora, mentre non è ancora definibile il futuro del OneTeam nel ’19-’20, pare certo che la prossima gestione Cà Ossi sarà affidata ad un totem del settore, il riminese Paolo Carasso. Una sicurezza in termini tecnici e risultati. Tralasciando le motivazioni più o meno condivisibili, è amaro constatare come per l’ennesima volta Forlì si sia dimostrata incapace di creare e portare a termine qualcosa di sensato e condiviso. In una città che vive di pallacanestro, dove in appena due anni di attività OneTeam sono stati agguantate 3 finali nazionali, un vero peccato.

La società ASD Junior Baslet Cà Ossi comunica che al termine della stagione sportiva 2018-2019 uscirà dal progetto One Team. Si tratta di una decisione a cui si è arrivati nell’ottica di perseguire con rinnovata energia gli obiettivi che hanno sempre contraddistinto il nostro modo di fare pallacanestro. Il Cà Ossi ha il piacere inoltre di comunicare che proseguirà a fare attività di pallacanestro e di Minibasket, con l’impegno nei confronti delle proprie famiglie e dei propri tesserati ad offrire le migliori opportunità nel mondo del basket, senza mai venir meno a quelli che sono i principi di educazione allo sport che da sempre ci contraddistingue. Chiaramente questa decisione non esclude l’eventualità di una futura collaborazione con il Oneteam e con tutte le società che ne fanno parte. Ispirandoci al nostro logo esprimiamo quindi un caloroso in bocca al lupo agli amici di Oneteam.