Ti sarà inviata una password per E-mail

Il campionato di softball si fa strada verso la passerella conclusiva. In questo fine settimana ci sarà il primo verdetto, le due semifinali diranno quali squadre giocheranno per lo scudetto. A Bollate, la Poderi dal Nespoli Forlì difenderà il titolo contro il primo assalto, quello delle milanesi fresche vincitrici della Coppa Coppe. Nell’altra semifinale, Bussolengo ospita Caronno.

Dopo l’esperimento dello scorso anno, quello delle semifinali “allargate”, la Federazione ha riproposto la formula canonica prima-contro-seconda a gironi incrociati, ma ha ridotto la tempistica adottando la formula al meglio delle tre partite. Ci si gioca tutto nel week end, insomma. Bollate e Bussolengo hanno il vantaggio esclusivo del fattore campo per essere arrivati primi nel proprio girone.

Peraltro, Bollate e Forlì si sono appena incontrate. E’ successo in Romagna due settimane fa, in occasione del penultimo turno di intergirone. Incontro senza assilli, ciascuna squadra era già sicura del proprio posto ai playoff, ne è scaturito un pareggio prevedibile ma poco significativo: Bollate ha risparmiato i lanciatori, Forlì ha perso una partita con 5 errori classificati, troppo brutti per essere veri.

Semplificando al massimo: tra l’attacco di Forlì e la pedana di lancio di Bollate, a fare la differenza sarà probabilmente la difesa, e molto peso avranno le situazioni di gioco.

Più nel dettaglio. Bollate farà lanciare Cecchetti e Pauly, 68 valide subite e 322 strike out in due, imbattute in stagione; le uniche due sconfitte stagionali delle milanesi sono a carico della venezuelana Jaimee Juarez, che infatti è soprattutto un battitore. Altre mazze pericolose sono l’americana Goodacre (ha giocato con le Pro e con la nazionale Usa), Parisi e soprattutto Amanda Fama, una da quasi .600 di media arrivi in base.

Forlì risponderà con Cacciamani e la nuova Donovan, che ha avuto le sei partite di Intergirone per ambientarsi e ora è chiamata a fare la differenza. Più efficiente che appariscente, l’americana concede un po’ alle mazze avversarie e fa lavorare la propria difesa, ma ha costanza di rendimento e grande resistenza.

Poi è chiaro che la Poderi dal Nespoli deve contare prima di tutto sul proprio line up. Unica squadra in serie A sopra il .300 di media battuta, più aggressiva che paziente, Forlì ha messo a segno più punti (168), più valide (245) e più fuoricampo (18) di tutti. Quattro delle prime cinque del line up battono oltre .400: Jackson .406, Grifagno .237, Piancastelli .438, Ricchi .400 e Aldrete .439. Inevitabile che il destino di Forlì passi per le loro qualità e la capacità di leggere le traiettorie dei lanciatori del Bollate.

PLAY-OFF
PODERI DAL NESPOLI FORLI’ – MKF BOLLATE SOFTBALL
SABATO 29/09/2018 GARA 1 – ORE 17:00 GARA 2 – ORE 19:30
DOMENICA 30/09/2018 GARA 3 – ORE 11:00 EVENTUALE
CAMPO : BOLLATE