Ti sarà inviata una password per E-mail
Under 18
GenCom RF79 – Imola Rugby 14 – 12

Grandiosa vittoria interna per i giovani Under 18 della GenCom RF79 Under 18, che, sul terreno amico dell’Inferno Monti, hanno la meglio sui cugini dell’Imola Rugby.

Gli ospiti si presentano a Forlì con 6 punti di vantaggio in classifica ed una partita in meno giocata, quindi con tutti i favori del pronostico orientati verso la loro parte. I mercuriali registrano invece le assenze di  Bombardini, Valmori, Gherardi e Mambelli, che costringono il duo Di Bello-Turci a prendere soluzioni differenti per lo Starting XV, ma questo non impedisce ai biancorossi di fare la propria partita mettendo in difficoltà ripetutamente i più quotati avversari.

Forlì parte infatti fortissimo e mette in campo una difesa che alla fine della fiera farà la differenza: la mediana Toledo-D’Agostino non pare soffrire il campo particolarmente pesante e gli ospiti sono costretti a girare per il campo per fermare le folate forlivesi. Dopo soli cinque minuti di gioco Nanni si invola alla sinistra dei pali e, eludendo un difensore, riesce a depositare in mezzo all’H agevolando la trasformazione di D’Agostino, che porta subito 7 a 0 il tabellone. Imola prova a rispondere, ma si vede che gli Aquilotti non sono disposti a concedere azioni facili ai cugini. Al 18′ i rossoblu mettono in piedi quello che per l’occasione si rivelerà la loro arma più letale: il carretto da rimessa laterale. Spinta decisiva e meta non trasformata per il momentaneo 7 a 5. La gara è intensa e pare essere destinata a non registrare altre marcature, ma all’ultima azione è sempre l’Imola Rugby a marcare e trasformare da rimessa laterale: 7 a 12 e tutti a prendere un the caldo.

I primi minuti della ripresa vedono entrare in campo Elminti e Magnani per Pascarella e Dumitru ed i biancorossi ci mettono un po’ a ritrovare gli automatismi efficaci della prima frazione. Al 45′ un’azione al largo consente a Fela Jr di mettere in moto le proprie gambe e di depositare l’ovale in mezzo ai pali e, grazie a D’Agostino, si passa sul 14 a 12 con ancora 25′ sul cronometro. Sulkollari non fa in tempo a rilevare Buci che viene spedito nella panca dei puniti per falli di squadra ripetuti (53′) mentre sessanta secondi dopo è Fela Sr a vedere il terzo cartellino giallo di stagione sventolato sotto il proprio naso per placcaggio alto. Con la doppia inferiorità numerica i forlivesi gettano ancora più cuore nella contesa e, con enorme sacrificio, riescono ad arrivare al fischio finale in vantaggio dando sfogo a tutta la loro felicità.

Ottima partita, sopratutto in difesa, da parte dei nostri ragazzi – sono le parole di un raggiante coach Di Bello – Il campo appesantito ed il valore innegabile degli avversari ci hanno testato a fondo, ma oggi abbiamo disputato un match eccezionale. Ora ci riposiamo e prepariamo la trasferta in Galles fra quindici giorni nel migliore dei modi.