Ti sarà inviata una password per E-mail

Forlì, in crescita, a piccoli passi. Doveva esser un match nel quale raccoglier punti e così è stato. Al cospetto del San Nicolò Notaresco, terza forza del girone, i galletti han dato – specie nel secondo tempo – prova di maturità, riuscendo a tener la propria porta inviolata e mettendo un punticino in un classifica affatto semplice (vedasi il pari del Campobasso, in coda e il successo a sorpresa della Jesina a Matelica).

La partita – Primo tempo a reti candide, quasi quanto le emozioni sul prato. Rispetto alle attese, i galletti di Mister Protti sono tutt’altro che mordaci, guardinghi di fronte alla netta predominanza fisica degli ospiti. I ragazzi di Cudini, in verde acido, collezionano occasioni da rete in sequenza grazie alla costante pericolosità del bomber Minella, vera calamita di ogni sfera. All’8 il capocannoniere del girone F è già chiamato a marchiare il match, sbucciando di testa una palombella dell’ottimo Liguori. Neanche un minuto dopo sempre l’argentino inquadra la porta con un potente rasoterra ma un piede romagnolo gli nega la gioia. Il Forlì – vistosi annullare in avvio, per fuorigioco dubbio, una rete di Ambrosini – ora sale, prova a crescere in intensità e movimento, trovando però pochi frutti se non un paio di calci d’angolo aridi (al 18′ e al 40′) e due timidi tiri fuori area centrali della sua punta. Al 28′ è il momento della vera occasione da rete per gli abruzzesi: Moretti fa sponda per Minella che si vede il tiro respinto da Mordenti; la palla rimbalza e arriva a Moretti che la scarica ma sul piede di Cortesi. Seguono mezze azioni per i teramani, tronche sul più bello fino al primo triplice fischio. Al 45′ buone note per il Forlì sono l’esordio della coppia difensiva Possenti-Ferrario (con il primo ben più rodato) e il non aver preso gol. La sosta ricalibra i biancorossi, al 7’ con in campo Mazzotti e Cenci (per Prati e Ballardini). Mentre arriva il primo giallo (Ferrario) Mordenti si regala il titolo di MVP mettendo alto sulla traversa un siluro di Minella (50’). Il Forlì non si scompone e prende la scena, pur non essendo mai davvero pericoloso a parte una “sbarbata” al palo destro da bordo area di Ambrosini (53′) e un alto sinistro poco dopo su piazzato leggermente defilato. Ripetuti fuorigioco spezzano il gioco e le geometrie di Protti che cambia in corsa modulo provando il 3-4-3 con l’innesto di Vesi per Cortesi. Al 30’Cenci è strattonato in area ma per il Signor Faraon è giallo per proteste del forlivese. Cartellino sventolato anche a Moretti, ammonito per aver sgambettato Mordenti (74’). Candellori che manca di testa un buon assist e una rete esterna di Mazzotti (87′) sono i pochi brividi che accompagnano, insieme alle sostituzioni a catena del Notaresco, la partita al finale.


FORLI’ – Mordenti, Nigretti, Baldinini, Brunetti, Prati (Mazzotti, 7′ st), Croci (Venturi, 26′ st), Cortesi (Vesi, 22′ st), Ballardini (Cenci, 7′ st), Ferrario, Possenti, Ambrosini. All. S. Protti

SAN NICOLO’ NOTARESCO – Monti, Fabriani, Mozzoni, Blando (Fiscaletti 46′ st), Salvatori, Cianci, Liguori (Marcelli, 32′ st), Candellori (Di Lollo 45′ st), Moretti, Bontà, Minella (Massetti 34′ st). All. M. Cudini

Terna arbitrale – Faraon, Conti e Fele

Ammoniti – Liguori, Ferrario, Cenci, Moretti

Parole dallo spogliatoio