Ti sarà inviata una password per E-mail

Di nuovo due giorni di test per i giovani piloti della Formula 4 italiana, questa volta è il turno del circuito romagnolo Marco Simoncelli di Misano a far da cornice all’evento. Test che hanno confermato una volta di più i continui progressi del forlivese Matteo Nannini, sempre più a proprio agio con la sua nuova monoposto e che ha addirittura strappato il best lap sulla pista della Riviera.

Vento e pioggia hanno caratterizzato il primo giorno, condizioni veramente critiche ma non per questo hanno intimidito i driver. Anche se nel primo turno della mattina il ‘nostro’ Matteo finisce in ghiaia dopo pochi tornanti e questo lo costringe ad una lunga sosta ai box per pulire la macchina dai sassi, con il suo tempo che non riesce a risalire oltre la nona posizione. Nel pomeriggio le cose cambiano, l’esperienza della mattinata ha servito a capire il punto di maggiore aderenza e il nostro pilota riesce ad ottenere il terzo miglior tempo assoluto.

Nel secondo giorno di test, poi, le cose migliorano notevolmente. La pioggia non c’è più ma è rimasta tanta umidità in pista, che, in concomitanza con le basse temperature, fanno diventare il tracciato piuttosto scivoloso. Con il trascorrere dei minuti le condizioni migliorano ancora e nel turno della mattina il nostro pilota riesce ad ottenere il secondo miglior tempo assoluto. Nel pomeriggio, già a pista asciutta e tutti in condizioni di ‘qualifica’, si cerca di spingere full gas e dare il proprio massimo. Nannini sorprende ancora con un ottimo 1’35.567 che lo proietta in prima posizione ad oltre ad oltre 0.2 dal suo immediato inseguitore. Tempo, quest’ultimo, che ha permesso al giovane pilota di ottenere anche il primo posto assoluto della due giorni.

“Sono molto soddisfatto di come è andata la ‘prova’ – spiega Nannini – Le basse temperature non permettevano a gomme e freni di lavorare in condizioni ottimali, per cui trovare l’assetto giusto non è stato facile. Comunque abbiamo fatto un ottimo lavoro di squadra, la pista è veramente bella e mi sono divertito molto a guidare nonostante mani e piedi ghiacciati”. Prossimo appuntamento sul circuito del Mugello il 27 e 28 novembre prossimi.