Ti sarà inviata una password tramite email.

Si è tenuta a Boissano, piccolo comune in provincia di Savona, la 66ª edizione dei Campionati Nazionali Libertas di Atletica Leggera. Dai quali la nuova società forlivese, appena al suo terzo anno di vita agonistica, torna a casa con un bel bottino di medaglie, fatto di 4 ori, 5 argenti e 3 bronzi, tanti bei risultati, tante emozioni e con la soddisfazione di un piazzamento di squadra importante. Con 21 società presenti in rappresentanza di numerose regioni italiane, con oltre 800 presenze, la Libertas Atletica Forlì si è infatti classificata seconda nel settore assoluto, battuta solo dai padroni di casa dell’Atletica Arcobaleno Savona.

Nonostante il caldo torrido, come detto, i risultati non sono mancati. La prima a farci emozionare è stata Sofia Zanotti, saltatrice in lungo di Forlimpopoli, tesserata per l’Atletica Lugo, ma con tessera Libertas Atletica come ente di promozione sportiva. All’ultimo dei suoi salti di gara, acclamata da tutta la squadra, atterra a metri 6.15, minimo di partecipazione per i Campionati Europei Juniores. Solo teoricamente, però, perché per un vento di oltre 2 metri/secondo (+2,2) il salto della Zanotti non possa essere considerato dai selezionatori della Federazione. Lo sconforto è tanto, ma è una certezza che prima o poi il talento di questa forte atleta sfocerà in una convocazione in maglia azzurra.

La seconda emozione arriva invece dalla pedana del giavellotto. Dove Francesco Bertozzi, bronzo ai Campionati Italiani Juniores nel 2018, dopo essersi fratturato il tendine di Achille a fine febbraio, ritorna prudente in pedana a soli 130 giorni dall’intervento dopo l’ok della fisioterapista che lo assiste per un recupero funzionale totale. Costretto a lanciare con pochi passi, evitando di arrivare veloce per non stressare il tendine e con un avvio piuttosto prudente, la ‘spallata’ è comunque forte ed il giavellotto atterra lontanissimo ad una misura davvero inattesa: il tabellone segna metri 56.92, nuovo record personale. La giusta gratificazione di quattro lunghi mesi di allenamenti a testa bassa per ritornare protagonista nella sua specialità.

Vincono così l’oro e indossano la maglia tricolore Sofia Zanotti nel salto in lungo e Giuliana Amici nel lancio del disco e nel lancio del giavellotto nella categoria Master, al pari della 4×400 maschile con Loris Ferrini, Pietro Bertozzi, Elia Ruggeri e Francesco Amici. Ad argento Giada Bassi nei 100 e 400 metri, Elena Santolini nel salto in lungo, il già citato Francesco Bertozzi nel giavellotto ma anche nel martello. Si aggiudicano infine la medaglia di bronzo Giuliano Quadrani nel martello, Loris Ferrini nei 400 metri e Matteo Castelvetro nel giavellotto.

Portano infine punti al grande successo di squadra anche il velocista Manuel Barbuscia, il lanciatore Giovanni Benedetti e il giovane Samuele Bassi della categoria cadetti.