Ti sarà inviata una password tramite email.

“Non è necessario essere un atleta per essere un campione e senza regole non può esistere lo sport”. Così si legge nella foto di Alessandro Rosetti nella gallery all’ingresso dell’istituto Saffi-Alberti di Forlì, dedicata agli studenti campioni dello sport.

Avevano visto bene i docenti di scienze motorie, prefigurando nel giovane studente tutte le caratteristiche indispensabili per avviarlo alla carriera di giudice sportivo: disponibilità, competenza, fermezza e amore per lo sport. In poco tempo Alessandro diventa l’insostituibile assistente degli insegnanti in tutte le attività sportive dell’Istituto. Confermando le sue qualità di arbitro nelle partite di calcio, pallavolo, basket e soprattutto nelle gare di atletica leggera, preludio al suo ingresso nella società Libertas Atletica Forlì, con ruoli organizzativi e di supporto.

Nel 2019 Alessandro Rosetti entra ufficialmente nell’organico del Gruppo Giudici della Fidal regionale. In due anni diventa il Responsabile fiduciario di Forlì e Vice-fiduciario della provincia di Forlì-Cesena. La sua carriera prosegue con la partecipazione a più di 60 gare ufficiali in ruoli diversificati e di notevole rilievo tecnico. Partecipa inoltre ad alcuni eventi di carattere nazionale come le finali Argento di Imola e la finale Adriatico di Modena dei campionati di società, nonché i campionati Italiani Cadetti.

Una carriera rapida che in questa stagione 2021 ha raggiunto il culmine nei recenti Giochi dei Piccoli Paesi di San Marino e nella partecipazione come giudice al Golden Gala Pietro Mennea di Firenze di giovedì 10 giugno, dove Alessandro ha condiviso la pista nel ruolo di giudice con grandi campioni quali Tamberi, Iapichino e altre star internazionali che rivedremo presto alle prossime Olimpiadi di Tokio. Il sogno di ogni atleta, ma anche il sogno di ogni giudice. Ad Alessandro l’augurio di realizzarlo in un futuro non troppo lontano.