Ti sarà inviata una password tramite email.

“Non è necessario essere un atleta per diventare un campione e senza regole non può esistere lo sport”, così si legge nella foto di Alessandro Rosetti nella gallery all’ingresso dell’Istituto Saffi-Alberti di Forlì, dedicata agli studenti campioni dello sport. Avevano visto bene i docenti di Scienze Motorie, prefigurando nel giovane studente tutte le caratteristiche indispensabili per avviarlo alla carriera di giudice sportivo: disponibilità, competenza, fermezza e amore per lo sport. In poco tempo Alessandro diventa l’insostituibile assistente in tutte le attività sportive dell’Istituto, confermando le sue qualità di arbitro negli sport di squadra, ma anche e soprattutto nelle gare di atletica leggera, preludio al suo ingresso nella società ASD Libertas Atletica Forlì, con ruoli organizzativi prima e di supporto tecnico poi, partecipando con successo al corso istruttori Fidal.

 

Nel 2019 Alessandro Rosetti entra ufficialmente nell’organico del Gruppo Giudici Gare della Fidal con la qualifica di Giudice Provinciale. Ai responsabili regionali non sfuggono le competenze tecniche e la caparbietà con le quali Rosetti affronta ogni impegno agonistico, tant’è che da quell’anno è un susseguirsi inarrestabile di incarichi e presenze prestigiose. Nel 2021 dopo soli due anni di attività, la sua carriera di giudice registra una vera e propria impennata con la nomina a Fiduciario di Forlì e Vice-Fiduciario della provincia di Forlì-Cesena, partecipa a più di 60 gare ufficialiin ruoli diversificati ma sempre di rilievo tecnico. Dal 2021collabora col Comitato Regionale Fidal e la Commissione Regionale del Gruppo Giudici in attività varie di propaganda, alcune delle quali lo vedono impegnato in lezioni formative per la divulgazione e il reclutamento nelle scuole superiori.

 

Ad tutt’oggi può vantare 191 convocazioni ufficiali come giudice di vario livello dagli studenteschi alle gare provinciali, a quelle regionali, nazionali e internazionali. In 5 anni di attività haricoperto tutti i ruoli dalla segreteria in pedana, al primo giudice arbitro, da misuratore dei lanci in caduta ai salti nella buca del lungo. Negli ultimi 3 anni ha ricoperto anche i ruoli “apicali” come Direttore Tecnico e Delegato Tecnico di manifestazione, in particolare quest’ultimo ruolo che più si addice alle sue capacità,con la responsabilità di controllo tecnico dell’impianto gara, compresa e la regolarità di pedane e attrezzi da lancio. Non chiedete ad Alessandro quale possa essere il sogno nel cassetto, è il medesimo di ogni atleta, partecipare ad una rassegna iridata, magari a cinque cerchi. La strada è ancora lunga, ma lo stepprecedente a questi ambiti traguardi arriva improvviso, quando meno te lo aspetti: è di questi giorni la convocazione di Alessandro Rosetti per i prossimi Campionati Europei di atletica leggera a Roma dal 7 al 14 giugno 2024. Un vero e proprio fiore all’occhiello che darà ulteriore lustro alla sua giovane carriera di giudice.

 

Nella foto: il forlivese Alessandro Rosetti a sx, insieme al Presidente della Fidal Stefano Mei e al Fiduciario Regionale Elisa Grandi.