Ti sarà inviata una password tramite email.

A dicembre si è concluso l’annuale sondaggio indetto dalla Federazione di atletica leggera dell’Emilia Romagna, con l’obiettivo di individuare il migliore atleta del 2023. A vincere l’ambito titolo di Atleta dell’Anno è il forlivese Luca Marsicovetere, giovane talentuoso della Libertas Atletica Forlì. La votazione ha coinvolto tutti i tesserati Fidal della regione, atleti, tecnici, dirigenti, si è svolta fin dalle prime battute all’insegna di una corsa senza rivali. Infatti nei due mesi di votazione, Luca sempre ha sempre mantenuto la prima posizione con un distacco dagli avversari che, di giorno in giorno, è cresciuto al punto di concludere la sfida raddoppiando letteralmente la differenza fra i due punteggi: 493 preferenze per Luca e 240 per il secondo piazzato.

 

Una vittoria significativa, in primo luogo per l’indiscusso valore dell’atleta (argento nei 400m dei Campionati Italiani Junior e seconda convocazione azzurra agli Europei Under 20 di Gerusalemme), ma anche per la massiccia partecipazione di tutti i componenti della Libertas, tecnici, genitori e dirigenti. Un tamtam incessante e coinvolgente che denota un attaccamento alla maglia e ai colori sociali, in un vincolo emotivo che cresce di anno in anno. “Una finale senza storia! L’atleta più votato del sondaggio Atleta dell’anno 2023 è il velocista Luca Marsicoveteredell’Atletica Libertas Forlì.”, cita il post della Fidal Regionale Emilia Romagna che ne annuncia il trionfo.

 

Ma per Luca non sono ammesse ulteriori “distrazioni” dopo le recenti premiazioni di Ferrara e Forlì, organizzate rispettivamente dalla Fidal e dal Panathlon Club. Infatti proprio in questi giorni Luca è tornato dal suo primo Raduno Nazionale Giovanile di Formia, dove i tecnici federali hanno visionato gli azzurrini in vista dell’appuntamento internazionali della prossima stagione: il Mondiale Under 20 che avrà luogo a Lima dal 27 al 31 agosto. Inoltre la stagione agonistica indoor è già iniziata e per Luca si attendono i primi riscontri cronometrici dopo 3 mesi di preparazione invernale.