Ti sarà inviata una password tramite email.

CHEMIFARMA BASKÉRS FORLIMPOPOLI – BMR BK.2000 REGGIO EMILIA 65-70

(PARZIALI: 11-15; 35-30; 52-56)

CHEMIFARMA: Benedetti 10, Brighi 6, Naldini 2, Agatensi 6, Rossi 10, Chiari 7, Biandolino 4,
Donati n.e., Ma.Ravaioli n.e., Gorini, Ruscelli 8, Farabegoli 12. All.: Agnoletti

BMR : Aguzzoli 8, Paparella, Dias 2, Longoni 8, Terreni 6, Longagnani 2, Sakalas 17, Ferko e
Vezzoli n.e., Codeluppi 2, Magni, Merlo 25. All.: Diacci

Arbitri: Meli e Puliti.
Note – usciti per 5 falli: Terreni (39’55”). Fallo tecnico a Rossi (38’45”).
Spettatori: 100 circa.

FORLIMPOPOLI – I Baskérs archiviano l’anno solare 2022 con una sconfitta interna che si
materializza solo nelle battute finali e col petto in fuori al cospetto di una compagine in
corsa fino al termine per una delle tre promozioni in Interregionale.
Se la squadra di Diacci ritorna sul parquet dopo il rinvio con Guelfo, sull’altro versante
coach Agnoletti deve fare i conti con un Brighi menomato dalla febbre, Gorini in campo soli
5’ per un risentimento al ginocchio e capitan Donati ancora indisponibile.
Avvio al rallentatore (5-8 al 6’ con due cesti del positivo Farabegoli), poi i reggiani allungano
sul +8 con Aguzzoli e Merlo, gaucho in festa ed autentico trascinatore del pacchetto
emiliano. Forlimpopoli guadagna il primo vantaggio al 15’ (21-20 con tripla di Benedetti) e
finirà per comandare all’intervallo sulle ali dell’energia dell’under Ruscelli (5 filati) ed
ancora dalle iniziative di Farabegoli dall’arco mentre gli ospiti si aggrappano alla
produttività del solito Merlo (17 punti refertati al riposo lungo).
Gli emiliani sembrano rientrare sul parquet con altro piglio -soprattutto difensivo- ma gli
artusiano non si disuniscono e riescono ad allargare la forbice (44-36 al 25’) con l’ultimo
acuto di Brighi; Sakalas (12 nella ripresa) suona la carica e consente a Reggio di rimettere
ahimè definitivamente il naso avanti. Si, perché pur sul 54-62 per tre lunghi minuti i Baskèrs
non demordono ma commettono troppi errori in attacco, così prima un missile del chirurgico Longoni poi i liberi in serie di Aguzzoli e Merlo fanno il resto, con l’ultimo tentativo di Agatensi da tre che muore sul ferro a -14” sul 63-68.
Dopo la lunga pausa natalizia si ritorna in campo sabato 14/01 sul campo di Molinella.