Ti sarà inviata una password tramite email.

Ad un mese dall’inizio della preparazione e dopo già due gare ufficiali di Coppa giocate, finalmente nelle prossime ore, sabato 21, scatta il massimo campionato regionale di serie C1 di calcio a 5. Il Forlì se la vedrà contro il Bellaria in trasferta.

Il tecnico Davide Gottuso, tra uno sguardo all’indietro e un altro sul primo impegno stagionale, stila un primo bilancio della compagine biancorossa. «In questa preparazione abbiamo lavorato duramente sia sotto l’aspetto tattico che atletico – afferma –. Ringrazio il nostro preparatore atletico Loris Ferrini per l’ottimo lavoro svolto e la disponibilità. Nelle prime due di coppa abbiamo dimostrato di avere già un buon ritmo e una condizione in crescendo, ho visto la giusta voglia, grinta ed intensità nei ragazzi. La Coppa è stata giocata per scelta nostra durante la preparazione, con carichi di lavoro importanti sulle gambe, e queste due gare ci sono servite per capire dove dobbiamo migliorare: dalle situazioni difensive ad alcune situazioni di gioco offensivo dove dobbiamo essere più cinici. Comunque ho visto un Forlì discreto e, soprattutto per la gara col Balca, devo fare i complimenti ai miei ragazzi».

Anche frutto di un mercato mirato ed intelligente che ha a lasciato in dote al mister forlivese una rosa che lo soddisfa. «Ho a disposizione un ottima rosa. La società mi ha inserito giovani di prospettiva ed il fatto di aver confermato il blocco di over dello scorso anno, col solo innesto di Kurti, giocatore con caratteristiche che ci completa, è sicuramente un vantaggio. Non posso che ringraziare il diesse Ghirelli per l’ottimo e non facile lavoro che ha svolto in estate».

Con l’obiettivo dichiarato del mantenimento della categoria da non fallire. «Reputo che questo roster sia più che adeguato a centrare l’obiettivo della salvezza fissato dalla società – prosegue Gottuso –. Il mio obiettivo, invece, sarebbe di farlo evitando i playout, centrando il nono posto il prima possibile. Con l’aiuto del mio vice Tony Caso, un mister già esperto nonostante la giovane età, sono certo avremo tutte le carte in regola per far bene in considerazione anche del fatto che lo scorso anno al Futsal Romagna ha già allenato ben quattro dei ragazzi Under 19 che abbiamo prelevato nella sessione di mercato. Questo è indubbiamente un aiuto importante per il loro inserimento, visto il ruolo fondamentale dei giovani di cui il regolamento prevede sempre l’utilizzo di almeno un elemento in quintetto».

Ma anche le altre squadre non sono state a guardare sul mercato, anzi. «E’ un campionato di livello estremamente alto – ammette il tecnico –, forse come non si vedeva da anni in regione, con tante squadre ben attrezzate. A mio parere Modena, Fossolo e Gennarini sono le favorite per il primo posto, ma tutte si sono mosse sul mercato rinforzandosi Vedi Balca, Real Casalgrandese, Santa Sofia e Russi. Ma i risultati hanno già messo in luce anche un’Osteria Grande che, dopo aver sfiorato i playoff lo scorso anno, vuole ripetersi ed un Baraccalugo che ha sì ha perso contro la Gennarini, ma giocandosela ad armi pari».

E sabato l’esordio in casa del Bellaria, sulla carta una delle concorrenti dei forlivesi nella lotta al mantenimento della categoria. «Mi aspetto aspetto una gara complicata. La prima di campionato è sempre molto particolare sia per gli Under che dovranno esordire in questo campionato, ma allo stesso tempo anche per molti dei nostri senior che non hanno mai giocato la categoria o che sono anni che non la fanno. Entrambi veniamo da risultati non esaltanti, anche se per quello che ci riguarda non posso che essere soddisfatto delle prestazioni ed un punto in due giornate è un bottino alquanto magro per quanto messo in mostra. Dall’altra parte, invece, il Bellaria viene da due larghe sconfitte e credo che all’esordio davanti al loro pubblico vogliano riscattarsi fin da subito».