Ti sarà inviata una password tramite email.

Il Forlì fallisce anche nel secondo “spareggio” dei 5 consecutivi in questo finale di campionato e perde ulteriore terreno rispetto alle due più agguerrite concorrenti: Carpi (1º a 59 punti) e Ravenna (2º a 57 punti), rispettivamente ora a +7 e +5 sui Galletti, raggiunto contemporaneamente al terzo posto proprio dagli avversari odierni.
Partita alla vigilia sulla carta difficile, contro la forte ma scorbutica formazione emiliana e così è stato alla prova dei fatti.
Galletti volenterosi ma evanescenti, che pagano la cronica difficoltà a concretizzare le occasioni create (non solo quelle più lampanti), prestando al contempo il fianco alle incursioni avversarie.
Non che il Lentigione abbia disputato una gara trascendentale sotto il profilo del gioco prodotto, sotto questo punto di vista molto meglio gli uomini di Mr. Antonioli, ma ha saputo approfittare delle chance (poche a dire il vero) concesse nel primo tempo dai biancorossi (3/3 alla fine dei primi 45’ per gli ospiti!).
Il rotondo 0-3 dell’intervallo non rende infatti giustizia ai padroni di casa, colpevoli oltre che sui goal subiti, sul non aver approfittato di alcune buone chances costruite soprattutto in apertura.
Nella ripresa i cambi ordinati dal tecnico forlivese, addirittura tre, danno subito un segnale di come i galletti vogliano affrontare la seconda parte di gara, senza però che questo riesca a ribaltare l’inerzia del match. Anzi, a fronte di una grossa chances non sfruttata dai biancorossi (Greselin), sono gli ospiti ad andare più vicini al quarto goal: prima con Montipo’, che a tu per tu con Pezzolato non riesce a concludere e poi con Nanni, autore della doppietta decisiva, che di testa, da pochi passi, mette a lato.
Il forcing del Forlì oltre ai 10 corner battuti, frutta al fine la rete dell’illusoria speranza di Tafa (76’) in mischia su calcio d’angolo, ma non basta a recuperare il risultato.

La partita.
Partono meglio i Galletti che all’8º confezionano una grandissima occasione su contropiede manovrato. Palla a Visani che da sinistra pesca Merlonghi solo in area. Il centravanti tenta la deviazione volante di piatto, ma la conclusione risulta fiacca e centrale, con Rizzuto che blocca.
Gol mancato e gol subito? Stavolta si!
Dopo qualche minuto errato filtrante per Bonandi, anticipato da Pari. Palla che dopo un paio di rimpalli giunge a Nanni: controllo e sinistro a giro che fulmina Pezzolato. 12’ 0-1!
Il Forlì accusa il colpo e con raro cinismo il Lentigione ne approfitta.
16’ punizione dalla destra: cross al centro e Formato di testa insacca lo 0-2!
I Galletti fanno la partita e gli ospiti arretrano il baricentro, pur senza soffrire. Al 25’ Pari, ex di turno, esce infortunato dopo un contrasto.
I biancorossi non vanno mai alla conclusione, pur gestendo il possesso palla, e così il Lentigione ne approfitta. Su un errato disimpegno di Drudi è Nanni (doppietta per lui) ad involarsi solo davanti a Pezzolato, scavalcandolo con un dolce pallonetto, che gela ulteriormente il “Morgagni”.
40’: 3-0 per gli emiliani, punteggio sul quale, dopo 4’ di recupero, termina il tempo.
Ad inizio ripresa nel Forlì entrano Babbi (per Drudi), Banfi (per Pecci) e Graziani (per Visani), con Antonioli che tenta il tutto per tutto, spostando Gaiola al centro della difesa e Greselin nel cuore del centrocampo.
Nel Lentigione invece esce bomber Formato ed entra Bocchialini.
I Galletti continuano a menare le danze e potrebbero anche accorciare proprio con Greselin, che di testa manda a lato un assist di Bonandi.
Il Lentigione opera in contropiede e con Montipó avrebbe l’occasione per chiuderla definitivamente. Passaggio in orizzontale mal consigliato del biancorossi, che il vento devia a favore di Nanni. Il fantasista serve il compagno, che scatta dalla sua metà campo, ma giunto davanti a Pezzolato però è costretto ad allargarsi e l’azione sfuma.
Qualche minuto dopo è invece lo stesso Nanni a sfiorare il clamoroso poker, ma il suo colpo di testa si perde a lato.
I Galletti continuano a premere, encomiabili per carattere e determinazione a farlo anche a partita compromessa, ma ottengono solo una valanga di angoli senza esito.
Babbi, da due passi, spara su Rizzuto e poi una mischia sotto la porta emiliana viene sedata in corner. Finalmente al 76’ ecco l’acuto.
Corner di Merlonghi dalla sinistra, diretto sul secondo palo, su cui si avventano Tafa e Nava, rimpallo con deviazione di uno dei due (Tafa? Nava?) e palla in fondo al sacco. 1-3!
Sembra che possa esserci il margine per tentare una clamorosa rimonta, con 20’ buoni da dover ancora giocare. Ancora mischie su corner ed una grossa occasione sui piedi di Merlonghi, che il centravanti non sfrutta.
Al 95’, dopo 5’ di recupero, il triplice fischio finale dell’arbitro sancisce la seconda sconfitta consecutiva in 5 giorni per i Galletti.
Addio sogni di gloria? Pare proprio di sì! …. Pare ….


**************************************

Forlì-Lentigione 1-3 (0-3)
Marcatori: 12’ e 40’ Nanni (L), 16’ Formato (L), 76’ Tafa (F).


Il tabellino

Forlì (4-3-2-1): Pezzolato; Masini (88’ Mosole), Drudi (46’ Babbi), Tafa, Visani (46’ Graziani); Pecci (46’ Banfi), Gaiola, Lolli; Bonandi (Cap.)(60’ Rosso), Greselin; Merlonghi.
A disposizione: Zamagni, Checchi, Crociati, Ballardini.
All. M. Antonioli.

Lentigione (4-3-3): Rizzuto; Casucci, Nava, Sabotic, Cortesi; Manzotti, Battistello, Pari (25’ Nappo); Nanni (69’ Capiluppi), Formato (Cap.)(46’ Bocchialini), Montipó (87’ Roma).
A disposizione: Zovi, Grieco, Sala, Grifa, Macchioni.
All. P. Beretti.

Arbitro: Sig. Silvio Torreggiani di Civitavecchia.
Assistenti: Sig. Massimiliano Cirillo di Roma 1; Sig. Michele Pagano di Brescia.

Ammoniti: Drudi e Greselin (F); Casucci (L).
Corner: Forlì 10 – Lentigione 2.
Recupero: 4’ e 5’.