Ti sarà inviata una password tramite email.

Torna a sorridere il Forlì, dopo 4 gare senza vittoria, e lo fa sbancando lo stadio di Acquaviva, casa della V. San Marino. La formazione del Titano è tramortita e poi definitivamente affossata dalla doppietta di bomber Merlonghi (giunto a quota 9 reti!), che sblocca il risultato poco dopo la mezz’ora del primo tempo e concede il bis su calcio di rigore al 7º della ripresa. In entrambe le azioni determinante l’apporto di Greselin (ottima la sua prova), che prima indovina la verticalizzazione giusta ad imbeccare il compagno, e poi scippa palla a De Queiroz, che non trova di meglio che stenderlo in area, guadagnando il penalty!
Troppo poco il San Marino di quest’oggi al cospetto del Forlì, non spettacolare, ma estremamente ordinato e concreto.
Gli uomini di Mr. Antonioli interpretano al meglio la gara e dopo aver controllato il gioco colpiscono in modo chirurgico, lasciando solo le briciole agli avversari.
E dire che alla vigilia la trasferta era molto tenuta in casa forlivese, sia per la forza più che assodata della Víctor, implacabile fra le mura amiche di Acquaviva, che per le diverse assenze, alcune definitive (Persichini e Calí) ed altre temporanee, accusate dalla formazione biancorossa.
Mr. Antonioli non aveva molte frecce al suo arco, ma quelle a disposizione si sono dimostrate più che letali, regalando ai Galletti 3 preziosi punti, ma soprattutto la vittoria contro una diretta concorrente, oltre alla consapevolezza di essere (forse) finalmente usciti dal tunne imboccato un mese fa.

La partita.
Avvio equilibrato, con gli ospiti affatto intimiditi e subito a cercare di condurre le operazioni.
Il San Marino però non sta a guardare e con Lattarulo impegna Pezzolato dalla distanza, col portiere che devia in corner l’insidiosa conclusione indirizzata all’agolino basso alla sua destra. Risponde dall’altra parte Casadio (diagonale fuori).
È un batti e ribatti.
D’Este svetta di testa, ma Pezzolato blocca, mentre Drudi, sempre di testa, manda alto sulla traversa.
La prima mezz’ora trascorre così piacevolmente, però senza grossi sussulti, con le due formazioni quasi ad annullarsi e gioco a svilupparsi prevalentemente a metà campo. Il Forlì è però più aggressivo e paga con 2 ammonizioni il suo (giusto) atteggiamento.
Al 33’ i Galletti conquistano una punizione dai 25 metri: conclude Merlonghi ma centra la barriera.
È il preludio al gol del vantaggio biancorosso. Da una rimessa laterale restituita alla Víctor, Greselin riconquista palla sulla metà campo e verticalizza immediatamente per Merlonghi. Il centravanti, impegnato per oltre un’ora in un duello rusticano col roccioso De Queiroz, che lo sovrasta fisicamente, riesce a far scorrere il pallone e scattare in profondità, superando in velocità l’avversario diretto. Giunto a tu per tu con Pazzini ha poi la freddezza di superarlo con un preciso rasoterra, insaccando l’1-0 (35’).
I locali accusano il colpo e fino a fine frazione non riescono a reagire, con i Galletti a controllare fino all’intervallo.

Nella ripresa, che si apre senza cambi da ambo le parti, il copione non muta, ma sono gli ospiti che continuano a farsi preferire. Il Víctor è in palese difficoltà ed i biancorossi ne approfittano ancora. De Queiroz stende Greselin e si merita un giallo sacrosanto.
Poco dopo lo stesso difensore centrale è indeciso nell’impostazione dell’azione e viene attaccato dal solito Greselin, che gli ruba palla ed entra in area dal lato corto di sinistra. De Queiroz, nel tentativo di recuperare la sfera, lo atterra da tergo e l’arbitro, molto ben piazzato a non più di 5 metri, non ha esitazioni ed indica il dischetto, dimenticando però di ammonire nuovamente il giocatore di casa, che sarebbe stato così espulso, fra le proteste dei biancorossi.
Dagli 11 metri va Merlonghi, che trasforma la massima punizione con un tiro angolatissimo, a baciare il palo destro, che non lascia scampo a Pazzini, comunque bravo ad intuire.
52’ e 2-0 per il Forlì!
Nella Víctor Arlotti rileva Sami e Carlini Sollaku (54’), mentre fra i biancorossi entra Bonandi (58’) per Prestianni.
I Galletti conquistano sempre più campo ed autorevolezza nel gestire gioco, possesso palla e cronometro, senza correre nessun serio rischio.
Pezzolato pare uno spettatore non pagante per gran parte del secondo tempo. Alla mezz’ora della ripresa Antonioli richiama il match winner Merlonghi, inserendo Babbi.
120” ed il centravanti va a bersaglio.
Azione che si sviluppa sulla sinistra del fronte d’attacco biancorosso: Bonandi smista a destra imbeccando Babbi completamente solo. Controllo in corsa dell’attaccante e destro a fulminare Pazzini sul palo vicino (quello sinistro). 77’ e 3-0!
Cala il sipario sulla gara, perché il Forlì è ordinato e concreto.
Il San Marino però ha orgoglio e carattere e si riversa in avanti.
Prima è D’Este a reclamare invano un rigore, dopo un contrasto con Maggioli, rimediando però solo un giallo per simulazione.
All’85’ sbavatura difensiva (l’unica della partita) dei Galletti, il cui centrocampo si fa saltare con troppa facilità, lasciando scoperta la difesa.
Cross dalla destra per Benvenuti, che rimette al centro di testa servendo lo smaccatissimo Arlotti, che insacca a porta vuota. 85’ ed 1-3!
Nei restanti 9’ di gioco, recupero compreso, non si registrano però altre emozioni ed al triplice fischio finale dell’arbitro è il Forlì ad esultare per una vittoria scaccia crisi ed estremamente importante anche per la classifica, conquistando i 3 punti ed altrettanti sorsi di…. Acquaviva!!!


**************************************


V. San Marino-Forlì 1-3 (0-1)
Marcatori: 35’ e 52’ (rig) Merlonghi (F), 77’ Babbi (F), 85’ Arlotti (VSM).


Il tabellino

V. San Marino (3-5-2): Pazzini; Onofri, De Queiroz (62’ Morelli), Bertolotti; Benvenuti T., Lattarulo, Sabba (Cap.), Sami (54’ Arlotti), Tosi; Sollaku (54’ Carlini), D’Este.
A disposizione: Gattuso, Gramellini, Donati, Lazzari, De Santis, Lozza.
All. S. Cassani.

Forlì (4-3-3): Pezzolato; Masini, Drudi, Maggioli, Rossi; Casadio (86’ Tafa), Gaiola (Cap.), Prestianni (58’ Bonandi); Mosole, Merlonghi (75’ Babbi), Greselin (80’ Pecci).
A disposizione: Zamagni, Checchi, Valentini, Graziani, Zanni.
All. M. Antonioli.

Arbitro: Sig. Guido Verrocchi (Sez. Arbitrale di Sulmona).
Assistenti: Sig. Pietro Fortugno (Sez. Arbitrale di Mestre); Sig. Enrico Rossetto (Sez. Arbitrale di Schio).

Ammoniti: De Queiroz e D’Este (VSM); Maggioli, Mosole, Drudi (F).
Corner: 2-2.
Recupero: 0’ e 4’.