Ti sarà inviata una password tramite email.

Altra partita in casa per la Pol 1980 e altra prestazione di alto livello, in una vittoria per 4-2 contro un avversario ben più ambizioso come la Only Sport, che si presenta intenzionata a confermare la propria idea di lottare per salire di categoria. Una partita preparata alla perfezione, quella dei ragazzi di mister Gattuso, con la voglia di ‘fissare’ quanto di positivo fatto vedere contro i Dragons sette giorni prima.

Si parte subito con ritmi alti. Occasioni per entrambe le parti, anche dovute a errori difensivi, ma il team di casa limita gli avversari in maniera pulita registrando un solo fallo nella fase iniziale del match, mentre dopo solo 18 minuti gli ospiti sono già a quota cinque. Il rientrante Flamminj, prezioso per la squadra di Santa Maria Nuova, si fa subito sentire in campo, ma il tabellino viene sporcato per primo dagli ospiti, che vedono Borrelli appena entrato siglare il vantaggio al 13′ del primo tempo. Nessuna voglia di cedere o crollare per gli uomini di casa, che reagiscono subito: due pali esterni e uno interno di Capuano che urla vendetta. Il primo tiro libero non tarda ad arrivare: minuto 25, sul punto di battuta va Cimmarrusti e ancora non sbaglia battendo un buon Dieng, 1-1. Il riposo sembra arrivare su questo punteggio, ma Baravelli non è d’accordo e, dopo aver fallito due occasioni sulla carta non difficili, si riscatta e segna il 2-1 al 28′. Poco prima che Zoffoli, approfittando di una situazione offensiva, mandi al riposo il suo team sul 3-1: due gol in due minuti che cambiano letteralmente il match.

Ripresa, strigliata di mister Benedettini per gli ospiti, che rientrano con tanta veemenza in campo, ma la difesa della Pol regge bene fino a quando ancora Borrelli, ancora al 13′ entra e subito gonfia la rete per il 3-2. Finale incandescente, varie occasioni per parte, ma tutto viene chiuso quando Cimmarrusti si inventa un sinistro al volo nell’angolo basso dove Dieng non può arrivare, su calcio d’angolo battuto da Galinucci. 4-2 e tutti sotto la doccia, per una vittoria molto importante. Vietato montarsi la testa, ma è legittimo pensare che il lavoro fatto dalla Pol stia dando ottimi frutti.