Ti sarà inviata una password tramite email.

Fine settimana più che mai grigio per i ragazzi della Pol 1980. Il club di Santa Maria Nuova si è infatti imbattuto in un altro passo falso, venendo superato per 4-3 dall’attrezzata Rossoblu Imolese tra le mura amiche del PalaColombarone, con tanto di doccia ghiacciata a fine partita. Metabolizzato il nuovo ko, infatti, mister Davide Gottuso – arrivato in estate dalla panchina del Forlì – ha rassegnato le proprie dimissioni, aprendo così le porte a un nuovo corso in casa bertinorese.

La cronaca. Ancora piena emergenza per i forlivesi, con Silvano out, Inverardi in panchina ma non disponibile, Zoffoli in ripresa ma senza minutaggio, Morrone impossibilitato per problemi personali, Baravelli e Bagnolini ormai fuori rosa. Il match è combattuto: due pali per gli imolesi, uno per la Pol che comunque crea numerose occasioni e tiene il campo in maniera sontuosa. Fino al minuto 26, quando, appena entrato, Simoncelli sigla il vantaggio per i padroni di casa, che possono anche giocare gli ultimi cinque minuti con 5 falli per gli avversari. Proprio nel finale arriva il sesto e sulla lunetta si presenta Capuano, voglioso di tornare a timbrare il cartellino, ma il suo tiro debole finisce a lato. Il primo tempo sembra volgere al termine sul risultato acquisito, ma ci pensa Magliocca, su una punizione, a smentire tutti, bucando un Poni autore di una buonissima gara, portando tutti al riposo in parità.

Secondo tempo tutto da vivere. Pol sempre pericolosa e ben chiusa dietro, ma, proprio nel suo momento migliore, subisce il 2-1 ad opera di Martignani su un ribaltamento di fronte al 12′. Nonostante la reazione dei ragazzi di Santa Maria Nuova, pochi minuti dopo lo stesso Martignani raddoppia il suo tabellino personale e porta a +2 il vantaggio sulla Pol. Nessuno crolla, nessuno si abbatte e di nuovo Simoncelli su calcio piazzato da lontano riporta sotto i padroni di casa: 3-2 per Imola e finale tutto da vivere, con cinque minuti di adrenalina pura e tanti gialli per la Pol 1980. Al minuto 28, però, Pelliconi sembra chiudere il match con il fatale 4-2, ma un minuto dopo Castorri sigla il 3-4. Restano quindi tre minuti circa, in cui tutto può accadere e un tiro libero arriverebbe con facilità. Purtroppo non arriva per la Pol ma per l’Imola, che con Magliocca, autore di una prestazione superlativa, potrebbe chiudere il conto sul 5-3, ma il palo gli nega la gioia della doppietta.

Finisce così 4-3 per gli ospiti. Delusione per la partita, per il risultato e ovviamente per la decisione di Gottuso al termine della sfida. Ora la Pol tornerà in campo già giovedì, attesa dalla sfida contro la CBR in un recupero in cui si può sperare di tornare a ‘macinare’ punti importanti.