Ti sarà inviata una password tramite email.

L’ordinanza regionale di mercoledì 6 maggio segna un ulteriore passo in avanti per il mondo dello sport nel corso della Fase 2 che stiamo vivendo. Il governatore dell’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, ha infatti permesso lo svolgimento di “attività sportive in strutture e circoli sportivi purché in spazi all’aperto e senza contatto fra gli atleti”. Una novità non certo di poco conto, che anche il Comune di Forlì, dopo averlo preannunciato nelle scorse settimane, coglie al volo mettendosi ‘al servizio’ di società e associazioni sportive cittadine.

Infatti, molte realtà associative forlivesi, ovviamente all’aperto e nel pieno rispetto dei requisiti di sicurezza e di distanziamento, potranno infatti riprendere le attività non ancora possibili all’interno di palestre e di impianti al chiuso. Tali attività potranno inoltre essere svolte anche in compresenza, osservando tutte le precauzioni del caso. A tal proposito, alla luce dell’ordinanza regionale, il Comune renderà accessibili le aree verdi pubbliche e gli impianti sportivi all’aperto presenti nei polisportivi comunali, sempre per attività individuali all’aperto e senza utilizzo di spogliatoi.

«Con determinazione ma mantenendo la necessaria prudenza – afferma Daniele Mezzacapo, assessore allo Sport – abbiamo deciso di fare un passo avanti nel modo di permettere la pratica sportiva. La nostra proposta risponde pienamente alle molteplici esigenze manifestate dai principali protagonisti del mondo sportivo (enti di promozione, associazioni, società, gruppi, operatori privati, atleti, singoli cittadini) di poter riprendere dopo quasi due mesi di stop forzato le attività con forme di compresenza gestite in modo organizzato. Si tratta di una alternativa valida in tempi di emergenza, una opportunità che il Comune garantisce senza oneri, per far sì che il mondo dello sport possa tornare in movimento. Un passo alla volta torneremo a riappropriarci del ritmo pulsante e adeguato a una città che fa dello sport uno stile di vita e uno strumento per la tutela della salute».

Nella mattina di venerdì 8 maggio sarà pubblicato sul sito del Comune di Forlì il modulo che i soggetti interessati dovranno fare pervenire al Comune – Unità Verde ai fini di della ricognizione e monitoraggio delle iniziative che popoleranno i nostri parchi e giardini nei prossimi mesi.