Ti sarà inviata una password tramite email.

Nemmeno cabala e superstizione fermano la corsa inarrestabile dell’Unieuro Forlì che, lanciata dalla propria difesa, stritola gli avversari e, approfittando del riposo dei felsinei fermati dalla pausa per le nazionali, prova la fuga mettendo altri 2 punti fra lei e la seconda posizione. I ragazzi di coach Martino superano l’Urania Milano per 73 a 59 al termine di una partita controllata per larghi tratti e chiusa all’inizio dell’ultima frazione. 

1° Tempo: I padroni di casa che schierano Zampini, Allen, Pollone, Johnson e Zilli devono fare a meno, per la terza partita consecutiva, di Fabio Valentini e partono però col piede giusto portandosi in vantaggio di 4 lunghezze; subito dopo l’Unieuro subisce un parziale negativo di 9 punti che costringe la panchina a fermare la contesa. Al rientro dal minuto di sospensione i padroni di casa cambiano marcia e, trascinati da Davide Pascolo, rimettono in equilibrio il match.  E’ però l’ingresso di Radonjic ad alzare l’intensità difensiva dei biancorossi che al primo intervallo comandano le danze sul 20 a 19 , risultato frutto di una buona distribuzione offensiva con Pascolo a quota 6 e molti compagni già andati a referto. Per i romagnoli resta problematico il contenimento dei lunghi ospiti Beverly e Lupusor. Al rientro dal primo mini riposo la gara non cambia registro, i falli piovono sui padroni di casa che affrontano la seconda frazione con molti giocatori gravati di 2 penalità personali. La capolista torna sotto dopo i primi istanti di partita quando era stata anche a -7, 15 a 8, ma è brava a reagire e a chiudere la seconda frazione di gioco sul 37 a 33. Protagonisti dell’allungo di metà gara sono Johnson, Zampini e un nervosissimo Cinciarini che viene richiamato in panchina per scongiurare sanzioni pesanti a suo carico, viste le troppe proteste, sanzioni che arriveranno di lì a poco e a farne le spese sarà coach Martino.

2° Tempo: Al rientro dalla pausa lunga si iscrive alla partita anche Kadeem Allen che segna l’unica conclusione della sua gara. L’americano oggi ha preferito non forzare penetrazioni e azioni personali limitandosi a mettere in ritmo i compagni: per lui 6 assist a fronte di 0 palle perse. A spaccare la contesa è però il capitano che realizza 5 punti, così come Pollone, che insieme ai 4 mandati a referto da Pascolo, costituiscono lo strappo decisivo ai fini della vittoria finale per i biancorossi. Il buon impatto difensivo sulla gara di Zilli e Radonjic e Pascolo continua e manda l’Unieuro alla terza sirena in vantaggio di 10 lunghezze, 58 a 48. I primi minuti della quarta frazione rappresentano un clinic difensivo di prim’ordine, esegue la banda Martino che si porta con un 9 a 0 sul + 19, 67 a 48. Gran parte degli 11 punti subiti dai biancorossi nel quarto Quarto arriva a gara già ampiamente in ghiaccio così c’è spazio anche per i giovani Zillo e Munari che possono partecipare all’ennesima festa biancorossa.

Unieuro Forlì: Allen 3, Cinciarini 12, Zampini 14, Tassone 2, Johnson 14, Pascolo 11, Zilli 4, Pollone 8, Munari 0, Zillo 0, Radonjic 5.

Wegreenit Urania Milano: Amato 7, Potts 8, Landi 2, Beverly 15, Lupusor 11, Bonacini 3, Piunti 0, Severini 4, Montano 9.