Ti sarà inviata una password tramite email.

In una cornice di pubblico all’altezza della posta in palio, 3700 spettatori e passa, le due squadre di Forlì e Trieste  hanno dato vita ad una Gara 1 mai in discussione che ha visto prevalere gli ospiti per 49 a 72 che sovvertono così il fattore campo e si portano in vantaggio 1 a 0 nella serie.

1° Tempo: Pronti via, i gigliati mettono subito in chiaro le cose e quando al quinto sono in vantaggio 5 a 9 è solo perchè la difesa di casa sta cercando di nascondere le magagne di un attacco troppo perimetrale e pasticcione che non trova il fondo della retina se non con Valentini e dalla linea del tiro libero. Tra le file ospiti, invece, è Candussi a farla da padrone realizzando 10 punti sui 20 totali dei suoi. Il quarto termina 10 a 20 e la gara pare già segnata. Al rientro dal primo mini intervallo lo spartito del match continua a suonare in maniera sinistra per i padroni di casa che non riescono a trovare fluidità in attacco e, dopo i primi minuti della frazione, perdono anche mordente in difesa. Così gli uomini di Christian trovano nel finale di primo tempo un altro allungo che li porterà alla pausa lunga in vantaggio di 16 lunghezze, sul 23 a 39. Protagonisti di questo nuovo strappo per gli ospiti sono Brooks e Ruzzier mentre i padroni di casa continuano ad aggrapparsi ai tiri liberi per tentare di rimanere in vita. Il gioco latita, Magro è cercato poco e male dai compagni che si intestardiscono nel tentare conclusioni dalla lunga distanza, l’1 su 13 è impietoso e il -16 dell’intervallo pare sin troppo generoso.  

2° Tempo: Al rientro dagli spogliatoi un Johnson molto fumoso e poco ispirato tenta più volte di entrare in una gara che per lui pare stregata. Sono però Pollone, Cinciarini e Magro a dare nuova linfa al tentativo di rimonta dei romagnoli che, dopo un quarto equilibrato, negli ultimi minuti del parziale, grazie ad alcune giocate intelligenti, ricuciono in disavanzo sino al -10 del 30^ lasciando agli ospiti la miseria di 9 punti e segnandone 15, portandosi così sul 38 a 48. All’inizio della frazione conclusiva l’Unieuro non approfitta per ben 2 volte consecutive di un possesso che l’avrebbe potuta riportare sotto la doppia cifra di svantaggio e difensivamente, dopo i primi minuti in cui la zona dei padroni di casa  era riuscita a mettere  sassolini negli ingranaggi offensivi degli ospiti, perde in aggressività e risulta confusionaria. Ruzzier e il solito Candussi, il migliore dei suoi, mandano i titoli di coda su Gara 1 con 2 conclusioni dalla lunga distanza e consentono a Trieste di chiudere all’angolo l’Unieuro che martedì sera con palla due alle 20.30 sarà spalle al muro e dovrà cercare la vittoria per tenere viva la serie. Per farlo i ragazzi di coach Antimo Martino, oggi parso in confusione come tutta la squadra, dovranno cercare di mettere in campo una prestazione di ben altro spessore.

Unieuro Forlì: Valentini 10, Pollone 7, Johnson 10, Magro 9, Zampini 4, Cinciarini 7, Pascolo 2, Radonjic 0, Tassone 0, Munari 0. All.: Antimo Martino. Ass.: Fabrizi e Ruggeri.
Pallacanestro Trieste: Brooks 8, Reyes 9, Filloy 3, Candussi 20, Ruzzier 17, Vildera 9, Bossi 6, Deangeli 0, Ferrero 0,  Menalo 0.