Ti sarà inviata una password tramite email.

Ultimo turno di campionato (22ªgg, 5ª di ritorno) prima della sosta per il “Torneo di Viareggio” e Forlì atteso dall’apparentemente abbordabile e quindi pericolosa trasferta di Fidenza, in casa del Borgo San Donnino (stadio “D. Ballotta”), per disputare una partita da non fallire, su un campo storicamente ostico, dove i Galletti non hanno mai fatto punti!

Mr. Antonioli lo dice chiaramente: “Come tutte le partite sarà facile solo sulla carta, se si guarda alla classifica, ma non sarà così. Dovremo andare là con la testa giusta, concentrati, perché loro la metteranno sul piano della fisicità e dell’agonismo. Giocheremo su un campo dal fondo non perfetto e sarà la classica partita di Serie D, con tante seconde palle, contro una squadra pericolante che getterà il cuore oltre l’ostacolo. È una situazione che conosciamo bene.”

Domenica 4 febbraio (alle h.14:30), i biancorossi saranno chiamati a riscattare immediatamente l’inopinata sconfitta casalinga di 7 giorni fa, che ha loro impedito di avvicinare la vetta e proseguire nella propria striscia positiva, chiusa ad 8 gare consecutive senza ko.

Qualche rimpianto per la sconfitta di domenica scorsa? Com’è stata la settimana?
“Chiaramente si è più felici quando si vince. La squadra però non l’ha vissuta come una sconfitta, che reputo del tutto immeritata ed arrivata a causa di un episodio un po’ particolare. Non sono scontento della prestazione dei ragazzi, che c’è stata, mi dispiace per il risultato, ma mi tengo il bicchiere mezzo pieno visto che il distacco dalla prima è rimasto inalterato. Nel primo tempo abbiamo creato di più, mentre nel secondo la partita è stata più equilibrata, contro un avversario che sapevano essere forte. Dobbiamo però imparare ad essere più spietati sotto la porta avversaria, per fare gol e chiudere le partite, oltre che ad essere più attenti nella nostra area di rigore, perché una piccola disattenzione spesso può essere decisiva.“

I Galletti non possono più sbagliare!
D’altro canto i padroni di casa, in lotta per la salvezza, non regaleranno nulla ed hanno già fatto cadere vittime illustri.
Lo sa bene Mr. Antonioli, che predica umiltà, calma, concentrazione e prudenza: “Loro sono in un buon momento, vengono da diversi risultati positivi, avendo battuto la Sammaurese e pareggiato a Carpi. La metteranno sul piano fisico e dell’agonismo, che noi dovremo controbattere per far valere le nostre migliori doti tecniche. Se vorremo portare a casa il risultato dovremo essere al top: mentalmente, fisicamente, tecnicamente!”

Viste le partite in programma domani sarà una gara importante in chiave classifica….
“Si e dev’essere uno stimolo in più per noi, per poter approfittare di qualche scontro diretto che ci sarà ed accorciare la classifica, guadagnando qualche punto se riusciremo però a vincere!”

La squalifica di Merlonghi non aiuta…
“Peccato che sia squalificato! Però recuperiamo Prestianni e Mosole, anche perché a metà campo eravamo un po’ corti, e comunque stanno rientrando un po’ tutti. Oltre a Merlonghi restano ai box soltanto Casadio, Ballardini e Checchi. Davanti quindi giocherà Lorenzo Babbi, che è il sostituto naturale di Merlonghi ed avrà un’occasione in più per mettersi in mostra. Spesso è un peccato doverlo lasciar fuori e domani potrà darci sicuramente una grossa mano. Partirà lui dall’inizio e poi in corso d’opera abbiamo anche tante soluzioni, soprattutto sugli esterni, sia fra i giovani che i senior, da poter utilizzare se necessario.”

Banfi? È già pronto?
“Si, ci sarà anche Banfi, che è pronto ed ha ottime caratteristiche, che ci mancavano: è veloce, tecnico ed attacca la profondità.”