Ti sarà inviata una password tramite email.

Nella 7ª giornata di ritorno i Galletti faranno visita alla Pistoiese (domenica 25 febbraio, stadio “M. Melani”, con fischio d’inizio alle h.14,30), per proseguire nella striscia vincente e continuare a cullare sogni di gloria.
I toscani, in piena bufera societaria, a causa di gravi problemi economici hanno smantellato l’attrezzata rosa d’inizio stagione, affidandosi ad una formazione molto giovane infarcita di juniores, nel tentativo di evitare la retrocessione, e sono reduci dal pareggio 0-0 di Molinella (casa del Mezzolara), unico punto delle ultime 8 partite.
I Galletti non dovranno però fidarsi della veste dimessa con cui si presenteranno gli avversari, avendo tutto da perdere in una sfida dai valori così sbilanciati.
Pistoiese dunque da rispettare, però 3 punti quasi obbligati per nutrire le proprie ambizioni.
Il tecnico forlivese ne è ben conscio e mette in guardia tutto l’ambiente, in primis i propri giocatori, dall’insidia che una sfida del genere può nascondere. Un refrain già noto dalle parti del “Morgagni” ed il passato è lì ad insegnare ciò che può succedere e come invece ci si dovrà comportare per evitarlo e portare a casa la vittoria, che sarebbe comunque preziosissima aldilà del valore dell’avversario.

Mr. Antonioli: “Pistoiese da rispettare. Loro sono in continua evoluzione, inseriscono sempre nuovi giocatori, sono aggressivi e giocano bene pur facendo pochi punti e domenica col Mezzolara hanno disputato un buon incontro. È una squadra blasonata e troveremo comunque un ambiente caldo, anche se i loro tifosi stanno apertamente contestando, non tanto la squadra, quanto invece la società. Sicuramente è una situazione non ideale anche per i giocatori e noi dovremo essere bravi a non farli andare in fiducia. Loro vogliono salvarsi e metteranno in campo tutto, mentre noi dovremo stare attenti soprattutto a noi stessi. È una gara che assomiglia molto a quella contro il Borgo San Donnino. È ciò che ho detto ai ragazzi in settimana. Dovremo essere bravi a capitalizzare il turno favorevole di campionato. Siamo superiori come squadra, ma la tecnica da sola non basta per vincere le partite. Lo sappiamo tutti bene. Servono anche altre qualità.”

Dicono che se la vorranno giocare a viso aperto….
“Ne sarei felice, preferisco affrontare un avversario con questo atteggiamento, piuttosto uno che invece si chiude a riccio e ti aspetta. La classifica poi chiaramente è lì a dire che i valori sono differenti, quindi starà a noi cercare di far valere le nostre qualità tecniche. Dovremo però affrontare la Pistoiese come se di fronte avessimo il Ravenna, con lo stesso atteggiamento, lo stesso spirito, la stessa concentrazione. Loro hanno avuto dei gravi problemi economici, che li hanno portati a stravolgere la propria rosa e questo ci porta ad avere pochi punti di riferimento. Nelle ultime 4 partite hanno cambiato spesso sistema di gioco, per cui abbiamo dovuto preparare la gara su alcune situazioni standard, sempre però con la consapevolezza e la voglia di fare noi la partita, imponendo il nostro gioco, aldilà dell’atteggiamento degli avversari.”

Purtroppo anche domani accuserete diverse assenze, soprattutto in difesa….
“Si è vero. Stamattina per esempio Checchi, che sembrava recuperato, si è presentato al campo con un virus e quindi domani non sarà della partita. Ci mancherà anche Drudi, che è alle prese con un piccolo infortunio, oltre a Gaiola, che è ancora squalificato. Mancherà anche Rossi, che sarà fuori causa per un po’ di tempo. Tutte pedine per noi molto importanti. È però vero che rientra dalla squalifica Maggioli e che comunque sulla fascia sinistra Visani ha dimostrato di poterci stare tranquillamente. Avremo anche Amedeo Ballardini e Prestianni con una settimana in più di lavoro nelle gambe ed un’autonomia maggiore rispetto alla gara scorsa. Inoltre fortunatamente rientra dal “Viareggio” Graziani, così da poter avere a disposizione un terzo centrale di ruolo e non essere costretti ad adattare Masini in quella posizione, com’è successo negli ultimi minuti contro l’Imolese domenica scorsa. Sono quindi molto fiducioso e tranquillo di ciò che mi potranno dare i ragazzi a disposizione e la mia preoccupazione è molto relativa.“