Ti sarà inviata una password tramite email.

Nell’ospitale e confortevole cornice della sede di ISOLPAV, azienda leader del mercato italiano nel settore isolanti, pavimentazioni, sottofondi, massetti ed altre opere murarie, oltre che storico sponsor della Società biancorossa, si è svolta la consueta Conferenza Stampa prepartita di Mr. Antonioli.
A fare gli onori di casa Cesare Valentini (Socio e Presidente dell’azienda forlivese) accompagnato da uno dei suoi Soci, Gianluca Gabelli, che ha presentato l’azienda ed illustrato brevemente il settore in cui opera.
A prendere per primo la parola è proprio Cesare Valentini: “Ringrazio il Forlì e tutti voi per essere qui quest’oggi. Noi siamo di Forlì, dove siamo nati 40 anni fa ed al Forlì ci teniamo. Siamo amanti dello sport e riteniamo sia un nostro obbligo sponsorizzare la Società e speriamo di poterlo fare a lungo, visto che ora l’azienda è guidata dai giovani.”

Vigilia speciale quindi in casa forlivese per la 13ª giornata di Campionato: domenica 26 novembre (stadio “Morgagni”, h.14,30) infatti è il grande giorno di Forlì-Ravenna, il derby della Romagna!
La sfida più antica e più sentita fra le due storiche città capoluogo, confinanti fra loro e separate da appena 23 km di asfalto, ma soprattutto da una pazzesca rivalità sportiva e non solo: dalla storia all’arte, dalla politica fino alla cultura.
Da sempre in lotta per accaparrarsi lo scettro di Città Regina della Romagna, Forlì e Ravenna lasciano che siano le sfide sul rettangolo verde, così come quelle a tavola, a dirimere la questione: meglio i cappelletti alla carne forlivesi, o quelli al formaggio ravennati?
Un confronto sempre acceso e mai banale, arricchito quest’anno dalla situazione di classifica: giallorossi che vi arrivano da favoriti – “Anche se di solito è meglio non esserlo.” (Antonioli dixit) – lanciati in testa a +9 sui biancorossi, reduci da 2 ko brucianti ed inaspettati, che li hanno relegati all’8º posto.
Un’occasione unica dunque per entrambe le squadre: il Ravenna per sotterrare a -12 i rivali, tagliandoli virtualmente fuori dalla lotta al vertice, il Forlì alla ricerca del riscatto e soprattutto dell’entusiasmo che solo la vittoria di un derby può dare, per rilanciare le proprie azioni nel borsino del campionato.
Una partita che vale una stagione quindi, anche se siamo solo alla 13ª giornata di andata!

In tutto questo s’inserisce il pensiero del tecnico forlivese, Mr. Mauro Antonioli, uno dei tanti ex della gara, che a Ravenna ha saputo vincere un campionato di Serie D (2017) e che ora invece guida la truppa biancorossa, alle prese col momento più duro della sua gestione.
Una sfida speciale anche per lui quindi….
Arrivare al derby da sfavoriti, può essere un vantaggio?
Mr. Antonioli: “Solitamente è così, ma loro sono bravi e la classifica è lì a dimostrarlo: non sono primi per caso, a questo punto del campionato. Hanno dei valori, oltre che molta forza e corsa. Non dovremo sicuramente essere rinunciatari!”
…. e ci mancherebbe, è pur sempre il DERBY!!!
Servirà senz’altro un Forlì diverso da quello di Sorbolo….
“La partita col Lentigione non mi/ci è piaciuta affatto, non era il mio Forlì. È stata una gara brutta, giocata sulle seconde palle, dove loro sono stati più bravi a concretizzare le occasioni avute.”
Domani?
“Domani dovremo avere la nostra identità, contro una formazione attrezzata, anche se non partiva favorita. Recupereremo Rossi e soprattutto Bonandi, che finalmente ci sarà. Non Piva però, appiedato da una caviglia.”
Cosa teme del Ravenna?
“L’intensità, la corsa, il carattere e l’entusiasmo, che hanno trasmesso a tutta la loro città, oltre che ai loro giocatori di qualità.”
Che cosa si è inceppato nel Forlì?
“Abbiamo analizzato le partite con Corticella e Lentigione dal punto di vista tecnico/tattico. Sono stato sorpreso da questo improvviso calo di rendimento dei miei. Voglio rivedere un Forlì umile ed affamato! Io non stravolgerò la squadra, abbiamo bisogno di certezze, semmai opererò cambiamenti a gara in corso.”
Quanto sarà importante la partita di domani e cosa potrebbe darvi una vittoria?
“Sarà importantissima, ma non decisiva, il tempo per recuperare c’è. Noi vogliamo giocarcela alla pari col Ravenna ed essere bravi ad interpretare la partita. Mi aspetto una grande prestazione, anche se siamo sempre giudicati dai risultati. Una vittoria ci darebbe tanto, soprattutto un grandissimo entusiasmo che genera poi tante emozioni, che aiutano sempre ad esprimersi al meglio per il prosieguo.”

La gara sarà diretta dall’arbitro

La prevendita on line su VivaTicket chiuderà alle h.19,00 di sabato 25, mentre il giorno della partita la biglietteria dello stadio “T. Morgagni” aprirà alle h.10:00, fino ad inizio gara (h.14,30).

Galletti 🆚 Leoni Bizantini, la saga continua…..