Ti sarà inviata una password tramite email.

I forlivesi tengono il fattore campo convincendo appieno, giocando due match a senso unico  e compensando l’assenza di Allen con una grandissima prova corale e un attacco a tratti irrefrenabile per Vigevano. Condizionante è stato senza dubbio l’elemento Unieuro Arena, più che mai caldissima, per spingere i suoi giocatori. Di suddetto clima hanno risentito in particolar modo in Gara 1 Wideman, Rossi e Peron che hanno subito anche la contestazione del pubblico di casa per gli atteggiamenti tenuti in campo, specialmente gli ultimi due. Molto applaudito a inizio della serie il grande assente Kadeem Allen che ha deciso di rimanere a Forlì, nonostante la sua stagione fosse finita, per sostenere la squadra. Gli sono state dedicate le magliette nel riscaldamento, con la scritta “KADEEM STRONG”.

Protagonista indiscusso delle 2 partite è Federico Zampini, dominatore del campo in lungo e in largo, con canestri, punti e assist come se piovesse. In gara 1 gli ospiti non sono riusciti a tener testa a Forlì sin dal primo minuto, con un attacco poco costruttivo e una difesa nell’1 contro 1 e sui blocchi decisamente da rivedere. Nel secondo match invece, sono i forlivesi a dover rincorrere ad inizio partita, ma poi riescono a rimettersi in scia. La squadra ospite ha provato a tenere testa, ma nulla  ha potuto quando nel terzo quarto l’Unieuro ha piazzato il break decisivo ai fini della vittoria. Il compito dei lombardi è stato reso ancora più complicato dai perfetti giochi a due dei biancorossi, con la solita ottima intesa tra Zampini e Pascolo. 

Anche Magro ha dimostrato di iniziare ad integrarsi con la squadra. Ottima la prestazione  difensiva fornita nelle due partite da parte dei padroni di casa: in gara 1, infatti,  hanno concesso 71 punti, in gara 2 solo 67. 

Autore di una prestazione difensiva di alto livello è sicuramente Pascolo che in entrambe le gare ha contenuto l’attacco lombardo, sporcando spesso palloni e infuocando l’Unieuro Arena con plateali stoppate. 

Ragguardevoli le prestazioni di Tassone, partito in entrambe le gare in quintetto,: l’atleta non ha  affatto demeritato dimostrando grinta e belle iniziative offensive. Dopo il quinto fallo in Gara-2 è stato applaudito in segno di grande rispetto da tifosi e compagni. 

Meno brillanti in Gara 1 le prestazioni di Wideman e Johnson, ampiamente riscattatisi in Gara-2: 25 punti per il primo, 23 per il secondo.

La serie si sposta a Vigevano, e ora, con la spinta del suo pubblico, la squadra lombarda farà di tutto per prolungarla.