Ti sarà inviata una password tramite email.

Grazie ad un secondo tempo stile Fort Knox la Pallacanestro Forlì risale da -10, 18 punti concessi in 20’, e supera la Rivierabanca Basket Rimini per 68 ad 80 regalandosi così un Natale sereno in vetta alla classifica.

1°Tempo: Antimo Martino deve rinunciare a Kadeem Allen fermato da un infortunio muscolare, gli esami strumentali sembrerebbero avere escluso lo strappo, e si affida in quintetto alla coppia di esterni tutta italiana Zampini -Valentini a cui fanno compagnia Johnson, Pollone e Zilli. E’ proprio il lungo a stelle e strisce forlivese a stappare la partita con una conclusione da dietro l’arco , ma questo canestro rappresenta uno dei pochi lampi dell’americano nel primo tempo. I padroni di casa partono  meglio e, sfruttando una maggiore fluidità offensiva, a metà della prima frazione cullano un vantaggio di 9 punti ( protagonisti di questo strappo sono il play Grande e il lungo Justin Johnson). Quando a metà del quarto Martino decide di avvalersi dei servizi di Radonich, Cinciarini e Pascolo dalla panchina, la partita ospite ha un sussulto e Forlì, sospinta dall’ala montenegrina autore di 10 punti, accorcia il disavanzo e chiude la prima frazione di gioco a -3 sul 26 a 23. Al rientro dal primo mini intervallo la gara vive sul filo dell’equilibrio con i padroni di casa  che cavalcano un ispiratissimo Johnson mentre l’omonimo forlivese non riesce ad incidere sui 28 m. Al match si iscrive anche Marks che attacca il ferro e raccoglie i frutti delle proprie penetrazioni dalla lunetta. La Rivierabanca è molto precisa in questo fondamentale(16/17) e costruisce gran parte del gap che in seguito si porterà negli spogliatoi dalla linea della carità. Tra le fila degli ospiti l’assenza di Allen si fa sentire ma è Zampini, coadiuvato da un buon Pascolo, a tenere a galla gli uomini di Martino. Latitano invece, oltre a Johnson, anche Valentini e Zilli. La difesa non riesce a chiudere i varchi e così si va all’intervallo lungo dovendo rimontare un disavanzo di 10 lunghezze con il tabellone del Flaminio che recita 50 a 40.

2° Tempo: Dopo l’intervallo la difesa forlivese stringe le proprie maglie concedendo solo 8 punti ai padroni di casa mentre l’attacco ne manda a referto 19. Al 30^ infatti Forlì ha infatti operato il sorpasso e il terzo parziale si chiude con gli ospiti in vantaggio di una lunghezza sul 58 a 59. Protagonista della frazione di apertura del secondo tempo è il capitano che guida la rimonta ed è seguito da Radonich e Pascolo  che si uniscono al sempre presente Zampini. I padroni di casa soffrono enormemente la zona degli ospiti e le scarse percentuali al tiro pesante non aiutano gli uomini di Dell’Agnello. L’equilibrio continua anche nella frazione conclusiva: gli uomini del presidente Nicosanti raggiungono un vantaggio rassicurante, seppur esiguo, portandosi sul 61 a 67 sfruttando una conclusione da dietro l’arco che costringe Sandokan a chiamare time out quando sul cronometro restano 6’ e 10” da giocare. La sospensione porta buoni frutti e, grazie ad un parziale di 5 a 0 firmato  Johnson e Grande, i padroni di casa si garantiscono la possibilità di giocare un maxi supplementare partendo da uno svantaggio esiguo trovandosi a 5’ e 10” dalla sirena finale ad una sola lunghezza di disavanzo. La difesa forlivese però tiene ed un’altra conclusione da tre punti regala agli ospiti un vantaggio di 4 lunghezze, sul 58 a 62. Gli ospiti sono costretti a difendere con la spada di Damocle del bonus raggiunto sulla testa. Marks subisce fallo ma  sbaglia uno dei due tiri liberi a sua disposizione e l’Unieuro allarga il gap fra le due squadre sul 60 a 65. L’equilibrio continua per poche azioni; viene definitivamente rotto da 5 punti di Zampini che unitamente ad altre due conclusioni pesanti, una di Pascolo e una del redivivo Xavier Johnson, mandano gli ospiti sul + 9 e chiudono, almeno virtualmente,  la contesa: a 1’  e 46” il tabellone recita 68-77.

L’80-68 finale serve solo per il foglio rosa. l’Unieuro si gode una vittoria sudata e meritatissima e festeggia sul parquet del Flaminio come ormai è abituata a fare. 

Rivierabanca Basket Rimini:Tassinari 2, Marks 17, Anumba 3, Grande 17, Tomassini 5, Scarponi, Masciadri, J.Johnson18,  Simioni,6.

Unieuro Forlì: Cinciarini 14, Valentini 3, Zampini 21, Tassone, Johnson 10, Pascolo 11, Zilli, Pollone 5, Radonich 16.

Le pagelle