Ti sarà inviata una password tramite email.

L’Unieuro Forlì, priva di Kadeem Allen, vince un derby bello e intenso per 80-68 con una prestazione eccellente nel secondo tempo quando concede appena 18 punti alla RBR Rimini che nei primi 20′ aveva dilagato segnandone 50. Forlì la vince grazie ad un apporto eccezionale della panchina che segna 41 punti.

CINCIARINI voto 6,5: a quarant’anni è ancora in grado di fare abbondantemente la differenza e la cosa preziosa per Forlì è che lo fa entrando dalla panchina. Anche stasera nei momenti difficili è riuscito a garantire punti importanti e col suo intramontabile talento. Per lui 23′ di gioco, 14 pt. 3 rimbalzi, 1 recuperata, 3 perse e 2 assist. INTRAMONTABILE

VALENTINI voto 5,5: una tripla subito all’inizio poi più nulla. Ha dalla sua una settimana difficile dopo l’infortunio al ginocchio che ne aveva messo a repentaglio la presenza nel derby, ma resta una prestazione più ombre che luci. Gioca 25′, realizza 3 pt. 1 rimablzo e 2 assist. ACCIACCATO

ZAMPINI voto 9: voto altissimo per una prestazione da incanto di questo ragazzo prodigio a cui il destino aveva riservato tanta sfortuna. Gioca con un’intensità invidiabile e una fisicità che lo candidano, senza alcun dubbio, ad un prossimo salto di categoria. Offre palloni che solo chi ha occhi nella nuca può offrire e fa tutto con una personalità imbarazzante. Da illusionista vero i due palloni per Johnson nel terzo quarto che ne capitalizza soltanto uno, mentre i difensori di Rimini sono ancora lì a cercare la palla. Non basterebbe la nottata per descrivere la sua prestazione monumentale. Man of the match per distacco. Per lui 27′ di gioco, 21 pt. con 6/8 da due, 2/3 da tre e 3/4 ai liberi, 5 rimbalzi, 2 recuperate, 1 persa, 2 assist e 29 di valutazione. ILLEGALE

TASSONE voto 5,5: gioca 14′ di dedizione alla causa nei quali bada più a dedicarsi alla fase difensiva che al resto. Le polveri sono bagnate ma questa sera serviva dare il suo contributo in difesa e nelle rotazioni. Ovvio che per la sufficienza serve qualcosa in più. VOLENTEROSO

JOHNSON voto 7: solo Pollone resta sul parquet più di lui, segno evidente di quanto per Martino sia fondamentale nell’economia di squadra. A tratti è irritante, cosa che gli riesce anche abbastanza bene e di frequente, però va detto che quando c’è da stringere i bulloni il coach si affida anche a lui e lui li stringe per davvero. Così e così nel primo quarto, pessimo nel secondo, poi svolta e nella ripresa diventa fondamentale nel successo forlivese, nonostante litighi con i liberi. I suoi numeri raccontano una partita da 31′ con 10 pt. e un perfetto 2/2 dall’arco, 13 rimbalzi di cui 3 offensivi, 2 perse, 2 assist e 1 stoppata. META’ IRRITANTE E META’ DETERMINANTE

PASCOLO voto 7,5: è già da un po’ che ha svoltato e questa sera è assolutamente fondamentale nel successo di Forlì che trova in lui una risorsa decisiva nei momenti di grande difficoltà, sia ne proprio pitturato, che sul fronte offensivo. Per lui 21′ gioco, 11 pt. con 4/6 da due e 1/1 da tre, 5 rimbalzi, 1 assist e 2 stoppate. DADA C’E’

ZILLI voto 4: inutile girarci tanto attorno. E’ il centro titolare e in un match importante come questo derby è l’unico vero assente ingiustificato. Trascorre tristemente tre quarti dell’incontro a guardare i compagni dannarsi in campo per portarla a casa. Lui nei suoi 10′ non riesce ad incidere ma soprattutto dà la sensazione di essere nullo. Gioca 10′, 1 persa e 0/1 nel pitturato. PROBLEMA

POLLONE voto 6,5: c’è chi si contraddistingue per i canestri e chi per chi i canestri riesce a limitarli. Lui fa parte certamente dei secondi e anche stasera nei momenti topici dell’incontro Martino gli affida le chiavi della difesa. E’ rapido di gambe e di braccia e diventa insuperabile quando decide di stringere la cinghia. Nei suoi 31′ di gioco realizza 5 pt. 4 rimbalzi, 1 recuperata, 3 assist e 1 stoppatona fondamentale. DAL VANGELO SECONDO LUCA

RADONJIC voto 8: uno che si alza dalla panchina e fa registrare i suoi numeri e questa prestazione è da fargli un monumento. Giocatore di un prezioso che più prezioso si fa davvero fatica. Gioca 18′ di grandissima qualità e intensità nei quali realizza 16 pt. con 1/1 da due. 4/5 da tre e 2/2 dalla lunetta, 5 rimbalzi, 1 recuperata e 1 stoppata con un complessivo 21 di valutazione che certificano la sua straordinaria performance. SUPER TOSHO

ALL. MARTINO voto 7,5: dopo un primo tempo non degno di una squadra da lui allenata ripresenta sul parquet una squadra con ben altro piglio e atteggiamento. Manda in crisi Rimini con la zona e con soli 18 punti concessi nei secondi 20′ sbanca la riviera e porta a casa un successo tanto bello, quanto importante. ZONA MARTINO

La partita