Ti sarà inviata una password tramite email.

L’infrasettimanale prevedeva che per la 13^ giornata di campionato i biancorossi andassero a fare visita in quel di Lecce alla 6^ in classifica del girone rosso. Gli uomini di Martino superano dopo 2 overtime Nardò per 107 a 114. 

1° Tempo :Il coach biancorosso spedisce in quintetto Radonjch al posto di Johnson e lui lo ripaga con un  ottimo impatto sulla gara. L’ala montenegrina realizza 5 importantissimi punti agli albori della gara. Il suo utilizzo però sarà pesantemente condizionato dai falli quando Martino lo richiama in panchina dopo la seconda penalità e inserisce Johnson. Il lungo americano non si fa pregare e contribuisce con 5 punti a tenere i suoi avanti e in controllo della contesa. Buone nel primo parziale le prestazioni di Allen e Pascolo che realizzano rispettivamente 5 e 4 punti. Dopo molte parità, prima a quota 12, poi a quota 17 e infine a quota 21, gli ospiti danno il via  ad un parziale di 18 a 0 a cavallo dei 2 quarti iniziali della gara che prima li porterà al primo mini intervallo sul 26 a 21, poi, a metà del secondo quarto a toccare il massimo vantaggio di 18 lunghezze (21 a 39) che parrebbe risultare decisivo ai fini della vittoria finale. Nel primo tempo i romagnoli portano molti giocatori a lambire la doppia cifra per punti realizzati giocando in maniera corale e intelligente. Il 50 a 37 del 20^ rappresenta la cartina di tornasole della mole di gioco espressa dagli ospiti. Nardò, d’altro canto, contiene lo svantaggio e mantiene intatte le proprie possibilità di rimonta cavalcando un ispiratissimo Stewart e supplendo con Maspero e La Torre alla latitanza sul campo di Iannuzzi limitato dai falli.

 2° Tempo: Al rientro dagli spogliatoi il canovaccio della gara non cambia. Forlì pare controbattere agevolmente i tentativi di rientro nella contesa da parte dei padroni di casa che vincono il terzo quarto di una lunghezza ma, all’inizio dell’ultimo parziale, ne devono ancora recuperare 12. Al 30^ il tabellone recita 60 a 72 per gli ospiti trascinati dalle ottime prestazioni di Johnson, Allen e di un sorprendente Pascolo. Nel quarto quarto la rimonta dei padroni di casa si concretizza: è ancora Stewart a guidare i suoi ma a lui, negli ultimi10’ si uniscono Baldasso, Parravicini e Ferrara che prima rintuzzano i tentativi ospiti di conservare un vantaggio rassicurante e poi portano i padroni di casa addirittura avanti. Sono Johnson ed Allen a sembrare decisivi negli ultimi minuti del quarto, ma l’errore dalla lunetta di capitan Cinciarini non regala 2 possessi di vantaggio ai romagnoli e così quando capitan La Torre trova la tripla del 91 pari a meno di 10” dalla sirena finale e Allen si infrange sulla difesa di casa lo spettro del primo overtime, l’ennesimo stagionale, diventa realtà. Le squadre vanno all’ennesimo mini intervallo sul 91 pari.

Supplementari: I prolungamenti cominciano con le squadre che si scambiano reciproche cortesie: Forlì trova continuità in attacco nei soliti noti, Allen, Johnson e Pascolo, con Cinciarini che contribuisce come suo solito con canestri di pregevole fattura. Difensivamente però non riesce ad arginare i padroni di casa che rispondono ad ogni tentativo di allungo ospite anche quando Allen regala l’ennesimo vantaggio ai suoi sul finire del primo prolungamento. E’ il turno di Maspero di trovare il fondo della retina in penetrazione a poche secondi dal termine fissando il punteggio sul 101 pari. Martino chiama time out per costruire un tiro che porti alla vittoria i suoi. L’azione che scaturisce dal minuto di sospensione però non è congegnata al meglio e il forzatissimo tiro del capitano non vede il fondo della retina. Ogni decisione è rimandata al secondo overtime. Gli ultimi 5’ di partita non entreranno negli annali della pallacanestro. I romagnoli privi di Johnson relegato in panchina per raggiunto limite di falli durante il primo supplementare rimandano sul campo Radonich che si rende utilissimo alla causa regalando prima a Valentini poi ad Allen due possessi offensivi extra frutto , il primo di un’ottima  difesa, il secondo tenendo viva una palla quasi persa da Allen stesso. Dalla rimessa successiva scaturirà poi un canestro grazie al quale Forlì tornerà avanti. Sono però Allen e Valentini a risultare decisivi in attacco costruendo il gap di 7 a 0 che fisserà al 50^ il punteggio sul 114 a 107 dopo che i padroni di casa avevano ripetutamente sbattuto contro le qualità difensive di Pollone che negli ultimi minuti del secondo overtime riusciva a “mettere la museruola “ a Stewart, autore di ben 38 punti.

HDL Nardò Basket: W. Stewart jr 38, A.Iannuzzi 18, M.Parravicini 16, L.Maspero 12, M.Ferrara 10, L. Baldasso 7, A.La Torre 6.

Unieuro Forlì: K. Allen 24, D. Cinciarini 16, F. Valentini 7, Zampini 4, M. Tassone 5, Johnson 20, D. Pascolo 22, G. Zilli 4, L. Pollone 2, T.Radonich 10.

Le pagelle