Ti sarà inviata una password tramite email.

L’Unieuro sta talmente bene tra le mura del PalaGalassi che ama prolungare le partite all’overtime e vincerle più di ogni altra cosa. Non fa eccezione la gara di questa sera che vedeva i biancorossi opposti alla capolista Fortitudo Bologna. Gli uomini di Antimo Martino superano i ragazzi di Caja per 77 a 74.

 

1° Tempo: Il quintetto di avvio dei padroni di casa non si discosta per nulla da quello abituale e sono i biancorossi a trovare il primo canestro della contesa con Pollone da dietro l’arco. La gara è fisica e molto intensa e gli attacchi non hanno molto tempo per pensare e devono sfiorare  la perfezione se vogliono prevalere sulle difese. Conseguenza di questo è il punteggio bassissimo con cui termina il primo quarto che vede la Fortitudo comandare a lungo  e Forlì rientrare sulla parità  a quota 12 solo nel finale del periodo. Le fortune offensive delle squadre sono legate alle prestazioni balistiche di Johnson per Forlì mentre gli ospiti rispondono con Fantinelli e Ogden. Il secondo quarto comincia come era terminato il primo parziale sul filo dell’equilibrio e, dopo l’ennesima parità a quota 20, Forlì trova un mini allungo di 5 punti, prima con il punteggio sul 31 a 26, poi sul 33 a 28. I biancoblu però non mollano e si riavvicinano all’intervallo lungo sul -3 (33 a 30). I protagonisti di questo irreale primo tempo, giocato senza la colonna sonora della curva biancorossa, sono sempre gli stessi : da una parte l’Unieuro distribuisce meglio i punti con Johnson che ne griffa 11, Pollone che si erge a quota 6, con Cinciarini ed Allen entrambi a quota 4 e Zilli, Valentini, Zampini e Pascolo a quota 2. La panchina di Bologna latita, non mandando a referto punti mentre il quintetto base è autentico protagonista della prima parte della partita con Freeman, Ogden e Fantinelli sugli scudi.

2° Tempo: Al rientro dagli spogliatoi  il canovaccio della gara non cambia, le percentuali non si alzano e le difese la fanno da padrone. Il parziale termina in parità e Forlì resta davanti di tre misere lunghezze. Sono sempre gli stessi i protagonisti della terza frazione: Valentini e Cinciarini si iscrivono alla partita e cercano di allungare le mani sul match senza riuscirci. Il lungo americano biancorosso, pur latitando difensivamente, continua a trovare la via del canestro con buona frequenza e gli ospiti, appoggiandosi sui soliti noti, rimangono in scia. Al 30^ il punteggio è fissato sul 49 a 46. Agli albori della quarta frazione Forlì è sprecona e non approfitta di buone occasioni per allungare nei confronti dei biancoblu e così gli uomini di Martino si trovano sulla parità a quota 56 a 4’ e mezzo malcontati dal termine dei regolamentari  e, quando Aradori e l’ex Bolpin portano gli ospiti avanti, l’imbattibilità interna biancorossa sembra vacillare, ma Johnson in compartecipazione con Zilli riporta i padroni di casa a contatto anche se, a  7”e 2 decimi dalla sirena le speranze di vittoria dei biancorossi sembrerebbero molto esigue, se non altro perché Bologna, in vantaggio di tre lunghezze, può spendere addirittura 2 falli prima di raggiungere il bonus. Inspiegabilmente, dopo il time out chiamato da Martino, i ragazzi di Caja non riescono a commettere alcuna infrazione e i padroni di casa, grazie ad un’azione magistrale trovano un tiro aperto dall’angolo che, scagliato da Valentini, rimanda ogni decisione al supplementare. I regolamentari si chiudono infatti sul 63 pari.

Supplementari. I prolungamenti cominciano con l’Unieuro che trova la via del canestro come ad inizio partita con Pollone; la difesa tiene, ma la Fortitudo continua a macinare il suo gioco e si riavvicina rendendo anche l’extra time avvincente. Sono sempre Fantinelli, Freeman e Ogden a guidare le scorribande degli ospiti. Valentini trova un altro canestro da tre punti ed Allen, pur non riuscendo ad incidere da par suo in attacco, si impegna difensivamente per cercare di contenere Fantinelli. Quando vi riesce l’Unieuro non approfitta in attacco dei risultati della propria difesa e per vincere la contesa deve affidarsi, nel finale del supplementare, alla roulette russa dei tiri liberi. La guardia americana biancorossa è imprecisa e non chiude la gara, cosa che comunque riescono  a fare capitan Cinciarini e Luca Pollone fissando il punteggio finale sul 77 a 74 e mandando in visibilio il pubblico presente sulle tribune.

Unieuro Forlì: K. Allen 8, D. Cinciarini 14, F. Valentini 11, Zampini 2, M. Tassone, Johnson 19, D. Pascolo 6, G. Zilli 6, L. Pollone 11, T.Radonich.

Flats Service Fortitudo Bologna: M.Ogden 20, P.Aradori 10, D.Freeman 16, M.Fantinelli 19, R.Bolpin 5, A.Panni, A.Conti 4, A.Morgillo, L.Sergio.

Le pagelle