Ti sarà inviata una password tramite email.

L’emergenza-Covid ferma un altro evento sportivo. Questa volta ad alzare bandiera bianca è il mondo delle due ruote che aspettava il primo fine settimana di luglio per vedere radunarsi a Santa Sofia gli appassionati di Mountain Bike.

L’edizione 2020 del Rally delle Foreste Casentinesi è, invece, stata annullata. La manifestazione slitta al 2021 quando tornerà con la sua formula che prevedeva, nel suggestivo scenario della vallata del Bidente, tra Santa Sofia e Bagno di Romagna, una gara singola denominata “Santa Sofia Epic Race” ed un raduno ciclistico aperto a tutti (e-bike comprese) sotto l’egida della Uisp Forlì-Cesena.

Il Rally delle Foreste Casentinesi è frutto di una collaborazione tra i Comuni di Santa Sofia, Bagno di Romagna, l’ente Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna, con la supervisione del Gruppo Mtb Santa Sofia, Romagna Bike Grandi Eventi, MTB Contest Emilia-Romagna e Uisp Forlì-Cesena.

Gli organizzatori comunicano amareggiati la decisione, impegnandosi però a lavorare sin d’ora sul ritorno dell’evento. «Ci abbiamo provato fino in fondo, gettando il cuore oltre la logica. Ma, alla fine, con tanta amarezza ma con doveroso senso di responsabilità, abbiamo deciso di rinviare al 2021 il Rally Mtb delle Foreste Casentinesi. La nostra manifestazione era in programma il 4 e 5 luglio, una data che in linea teorica ci offriva ancora qualche possibilità, visto che il veto della Federciclismo, come indicato nella delibera n.40 dello scorso 14 aprile, scadeva formalmente il 30 giugno 2020. Ci sono momenti, però, in cui non ci si può affidare solo al cavillo delle date, ma occorre avere una visione d’insieme, provando ad interpretare con lucidità le possibili prospettive».

E proprio analizzando lo scenario, lastricato di dubbi ed incognite, è stato scelto di accantonare momentaneamente il progetto e rimandare tutto al 2021. «Considerando l’evolversi ancora incerto della pandemia in tutti gli stati europei, poiché è nostro dovere assumere sempre decisioni a tutela della salute dei nostri iscritti, in questo momento di incertezza planetaria, abbiamo ritenuto responsabilmente che fosse questa l’unica opzione possibile. Il nostro progetto, quello di portare una grande manifestazione di mtb nell’impareggiabile scenario delle Foreste Casentinesi, resta però assolutamente intatto. La macchina organizzativa, seppur momentaneamente in stand-by, resterà pienamente operativa in questi mesi per continuare ad allestire un evento ciclistico destinato a durare nel tempo e con un forte traino promozionale per il territorio. I nostri sogni, dunque, sono solo rinviati».