Ti sarà inviata una password tramite email.

Le due ruote su strada piangono Monica Bandini [al centro in foto]. Un improvviso malore, nel pomeriggio di lunedì, è stato fatale alla forlivese ex campionessa di ciclismo, mentre si trovava al lavoro su un trattore nell’azienda agricola di famiglia sulle colline di Villagrappa. 56 anni, nata a Faenza nel novembre del 1964, Bandini ha ‘monopolizzato’ gli anni ’80 e ’90 del movimento ciclistico femminile, punta di diamante delle squadre azzurre. Proprio con la Nazionale italiana si è laureata campionessa del mondo a Renaix nel 1988, trionfando nella 50 km cronometro a squadre, insieme a Maria Canins, Roberta Bonanomi e Francesca Galli. Stesso gruppo che ha strappato l’argento a Chambery nel 1989 e il bronzo a Villach nel 1987.

Anche a livello individuale conquistò importanti risultati. Come il sesto posto al Giro d’Italia e al Tour de France nel 1989, quarta al Tour de la Cee l’anno successivo. Nel 1998, nelle ultime pedalate da agonista, fece inoltre suo il Giro del Trentino del 1998. Svestiti i panni da professionista, Bandini continuò poi a mantenersi ‘attiva’ a livello amatoriale fino ai giorni nostri, dedicandosi alle granfondo e conquistando per ben quattro volte la Nove Colli.