Ti sarà inviata una password tramite email.

Il Forlì esce sconfitto dalla “Immergas Green Arena” di Sorbolo, al cospetto di un solido, quadrato e ben organizzato Lentigione, che supera i Galletti col classico punteggio all’inglese di 2-0. A mettere ko i biancorossi la doppietta del match winner dell’incontro Montipó, a segno al 23º ed al 45º del primo tempo, che costringe gli uomini di Mr. Antonioli al secondo stop consecutivo.
Una sconfitta dolorosa e pesante per com’è maturata, che dovrà far riflettere tutto lo staff tecnico forlivese.
Il Lentigione merita il successo per la miglior interpretazione della gara, sempre condotta con piglio, non dando mai l’impressione di subire gli ospiti.

La partita
Fin dalle prime battute si capisce come i padroni di casa abbiano approcciato meglio la sfida, abili nello sfruttare meglio a loro vantaggio le caratteristiche del campo di gioco sintetico, che ben conoscono e nel quale si muovono a loro agio. Le dimensioni ridotte del rettangolo verde favoriscono l’aggressività degli emiliani, che soffocano, con un pressing continuo, l’impostazione degli avversari sempre sul nascere, creando un grande intasamento nella zona centrale e costringendo i Galletti a continui ed infruttuosi lanci lunghi a cercare gli attaccanti, ben controllati da capitan Sabotic e Capiluppi. La conseguenza è la capacità del Lentigione di capovolgere l’azione, correndo spesso in contropiede una volta riconquistato il possesso palla.
La gara resta comunque bloccata ed equilibrata almeno per i primi 20’, nei quali si conta soltanto un tentativo in rovesciata di Bocchialini fuori bersaglio. Il Lentigione ha però preso le misure alla difesa forlivese e sfonda un paio di volte sulla sinistra del proprio fronte offensivo. Nel primo caso è Montipó ad innescare Bocchialini, chiuso in corner da Checchi. Nel secondo caso invece, al 23º, Manzotti s’incunea in area e supera con troppa facilità il suo marcatore, quindi giunto sul fondo mette al centro un pallone d’oro per Montipó, che anticipa tutti e baciando il palo sinistro insacca, superando Pezzolato. 1-0!
Il Forlì cerca di reagire, ma sono ancora gli emiliani a rendersi pericolosi su punizione: Pezzolato para. I Galletti conquistano alcuni corner, che fruttano solo qualche mischia senza esito, mentre il Lentigione cerca la via della rete col tiro da fuori: alto di poco.
Punizione per il Forlì: il tiro di Calí, deviato, sfiora l’incrocio alla sinistra di Rizzuto e termina in angolo.
Al 38º circa i biancorossi hanno poi la grandissima occasione per pareggiare. Sugli sviluppi dell’ennesimo corner Barbatosta di testa rimette la palla nel cuore dell’area di rigore, anticipando il tentativo di ripartenza del Lentigione, servendo Gaiola solo davanti al portiere. Mentre tutti si aspettano lo sbandieramento del guardalinee, che non arriva(!), il capitano forlivese sciupa l’opportunità facendosi respingere la conclusione ravvicinata e sprecando una ghiotta chance!
Il Forlì continua ad attaccare e gli avversari operano in contropiede.
Barbatosta ferma rudemente l’azione avversaria con un fallaccio tattico da tergo a metà campo, rischiando il rosso diretto, ma ricevendo solo un giallo. Ancora Barbatosta rischia grosso cadendo in area e reclamando il rigore, l’arbitro non lo concede ed il pubblico ne chiede, invano, la seconda ammonizione.
Proprio mentre vengono segnalati i 2’ di recupero alla fine primo tempo ecco arrivare il colpo del ko!
Casadio conquista palla sull’out sinistro e serve Greselin a metà campo. Il centrocampista biancorosso ha però un’esitazione fatale e perde palla sull’asfissiante pressing avversario. Repentina verticalizzazione per Montipó, che non si fa pregare e scarica un clamoroso e potente destro rasoterra dai 25 metri. Pezzolato non ci arriva e palla che s’insacca nell’angolino basso, a fil di palo, alla sua sinistra.
2-0 al 45º!
Durante l’intervallo Antonioli inserisce Persichini, che rileva Greselin, mutando l’assetto tattico della squadra. La mossa sortisce però solo un gran tiro di Gaiola dalla distanza appena alto di un soffio sulla traversa. Il Lentigione controlla e non corre altri pericoli, colpendo addirittura una traversa su azione di corner, con Pezzolato che si rifugia affannosamente ancora in angolo rischiando l’autorete. Entrano altri biancorossi, fra cui Babbi, ed all’88º Persichini avrebbe la palla per ridurre le distanze, ma Rizzuto è attento e sventa anche questa volta.
È l’ultima occasione della partita e nei 5’ di recupero non succede più nulla.
Al triplice fischio finale dell’arbitro resta così scolpito il risultato di 2-0 a favore del Lentigione, alla 4ª vittoria consecutiva (5ª nelle ultime 6 partite), che vola verso le zone di alta classifica, col Forlì, a rapporto dai suoi tifosi, a leccarsi ancora una volta le ferite, interrogandosi sul proprio futuro.

**************************************

Lentigione-Forlì 2-0 (2-0)
Marcatori: 23’ e 45’ Montipó


Il tabellino

Lentigione (4-3-3): Rizzuto; Martini, Capiluppi, Sabotic (Cap.), Cortesi; Manzotti (90’ Grifa), Battistello, Nappo; Nanni (72’ Roma), Montipó (80’ Nava), Bocchialini (77’ Sala).
A disposizione: Zovi, Bonetti, Formato, Ricciardi, Turri.
All. P. Beretti.

Forlì (4-3-3): Pezzolato; Masini, Checchi, Drudi (68’ Maggioli), Graziani; Casadio (60’ Pecci), Gaiola (Cap.), Greselin (46’ Persichini); Calí (72’ Babbi), Merlonghi, Barbatosta (77’ Mosole).
A disposizione: Zamagni, Tafa, Prestianni, Zanni.
All. M. Antonioli.

Arbitro: Sig. Mattia Mirri (Sez. Arbitrale di Savona).
Assistenti: Sig. Simone Colella (Sez. Arbitrale di Imperia); Sig. Matthias Crisafulli (Sez. Arbitrale di Imperia).

Ammoniti: Battistello e Cortesi (L); Barbatosta (F).
Corner: 4-7.
Recupero: 2’ e 5’.