Ti sarà inviata una password tramite email.

Domenica la Pallacanestro 2.015 Forlì ha la possibilità di aggiudicarsi matematicamente la testa di serie numero uno del tabellone Gold dei playoff. Per farlo però deve superare  in casa davanti a, ci auguriamo, più di 4000 persone, Treviglio.

Anche i ragazzi di coach Finelli vincendo vedono  la possibilità di aggiudicarsi lo stesso ambito traguardo; solo queste due considerazioni farebbero della gara, che avrà inizio alle ore 18 sulle tavole del PalaFiera, una di quelle da non perdere.
La partita però potrebbe anche rivelarsi parzialmente inutile, infatti sabato sera è in programma la sfida fra Tramec Cento e Acqua San Bernardo Cantù e, in caso di vittoria dei padroni di casa, con qualsiasi punteggio, Forlì e Treviglio si qualificherebbero anticipatamente ai primi 2 posti della pool gialla della seconda fase.  Rimarrebbe solo da determinarne la spartizione tra le due contendenti. Da questo scenario è volutamente esclusa la Vanoli Cremona che pur potendo raggiungere quota 12 in classifica non potrà comunque insidiare le posizioni più nobili del raggruppamento a causa degli scontri diretti negativi che  la vedono penalizzata nei confronti di Treviglio ( 0-2) e Forlì (1-1) ma con differenza canestri  sfavorevole (-2)

Coach Finelli recupera, rispetto alla partita dell’andata, Marco Giuri e crediamo non rinuncerà al contributo di Brian Sacchetti che ha saltato l’ultima partita dei Lombardi contro la Tramec Cento. Il quintetto di avvio dovrebbe essere così composto: Marco Giuri, Pierpaolo Marini, Eric Lombardi, Bruno Cerella e il pivot americano Aleksandar Marcius.
In panchina l’americano Jason Clarke a cui faranno compagnia almeno per i primi istanti della gara Brian Sacchetti e Davide Bruttini; Lorenzo Maspero e Luca Vitali chiudono la panchina di Treviglio.
La squadra del Coach Martino quest’anno ha superato per rendimento le più rosee aspettative e si meriterebbe, come ciliegina sulla torta di una stagione fino ad ora da incorniciare, di centrare il primo posto davanti a un pubblico all’altezza, che sfiori le 5000 persone; facendo un bagno di realismo ci accontenteremo di più di 4500 che possano aiutare la squadra a raggiungere l’obiettivo.

Vedremo se il nostro appello cadrà nel vuoto o se verrà accolto e un palazzo gremito riuscirà a spingere i propri beniamini verso  un’impresa inaspettata ad inizio stagione.