Ti sarà inviata una password tramite email.

L’Unieuro espugna il Pala Bertocchi col punteggio di 72-71 nonostante una prestazione opaca nella quale per larghi tratti ha subito la fisicità degli avversari e aveva dato l’impressione di non farcela. Arriva un successo prezioso che consente a Forlì di dare continuità ai propri risultati. Per Valentini, uscito per infortunio a 1’39” dalla fine, dovrebbe trattarsi solamente di una botta

ALLEN voto 8: è una americano un po’ atipico tanto predilige il gioco di squadra rispetto all’assolo personale. A volte ci starebbe vederlo prendersi maggiori responsabilità. Nonostante tutto è il top scorer dell’incontro ed è determinante quando a 1′ 31″ dalla sirena realizza un canestro in entrata e sul libero supplementare, sbagliato, prende il rimbalzo e serve un assist al bacio a Johnson per il -1. Resta sul parquet 33′, realizza 21 pt. 9 rimbalzi, 1 recuperata, 1 persa, 2 assist e 24 di valutazione. COINVOLGENTE

CINCIARINI voto 6,5: non certo una delle sue serate migliori, nonostante tutto però è determinante con il 2/2 dalla lunetta che segna il sorpasso a 29″ dalla fine dopo una lunga rincorsa nella quale anche una sua tripla mortifera aveva aperto le danze al recupero. 6 dei suoi 8 punti li ha messi a segno nell’ultimo periodo perché i vincenti sanno come si fa. VINCENTE

VALENTINI voto 5: parte bene con una tripla sulla scia di quest’ultimo periodo che segnava una netta ripresa. Lì però si arresta la sua partita perché non riesce più ad incidere e nemmeno ad arginare Zugno che nel primo quarto imperversa nella metà campo biancorossa. Il coach lo tiene sul parquet meno del consueto perché Fabio non è nella sua serata migliore. Esce per infortunio a 1′ 39″ dal gong e l’auspicio è che per lui non sia una cosa seria. Nei suoi 18′ di gioco 3 pt. 2 rimbalzi, 1 recuperata, 1 persa e 1 assist. ASSENTE

ZAMPINI voto 6,5: 6 dei suoi 10 punti totali li mette a segno nell’ultimo periodo dove è glaciale dalla linea del tiro libero con un perfetto 4/4. Oggi serviva più fisicità e il coach gli affida maggiormente il comando delle operazioni e lui accetta di buon grado la sfida. Nel terzo periodo è autore di due tiri dalla lunga distanza da far inorridire il più paziente degli spettatori e nel finale rischia una palla persa che sarebbe potuta costare caro a Forlì. Tutta esperienza per crescere. Per lui 26′, 10 pt. 4 rimbalzi, 2 recuperate, 2 perse e 2 assist. SFACCIATO

TASSONE voto n.g.: parte subito bene con un bel canestro da due poi una serie di 3 falli lo estromettono dal match per non farvi più ritorno. Per lui meno di 3′ sul parquet. INGIUDICABILE

JOHNSON voto 4,5: prestazione ai limiti dell’incommentabile quella dell’ala americana di Los Angeles. Impreciso, svogliato e praticamente irritante per tutti i suoi 31′ di gioco. Voltare pagina immediatamente. Chiude la sua pessima partita con 6 pt. 2/9 da due e 2/4 dalla lunetta, 7 rimbalzi, 3 perse, 1 assist e 1 stoppata. IRRITANTE

PASCOLO voto 6,5: non era una partita semplice perché la fisicità di Orzinuovi era un altro test decisamente probante soprattutto nella figura di Basile. Lui nonostante tutto offre il suo contributo che, al netto del risultato finale, è pure prezioso. Gioca 16′, 6 pt. e 4 rimbalzi di cui 2 in attacco. PREZIOSO

ZILLI voto 5,5: apre sia il primo che il secondo tempo e stasera a tratti aveva dato l’impressione di avere la cazzimma giusta. Poi comincia a pasticciare con una palla persa incomprensibile nel primo quarto e qualche errore inspiegabile da sotto. Soffre la fisicità e la mobilità di Basile e allora coach Martino gli preferisce Pollone e Johnson nel momento decisivo. Resta sul parquet 17′, 6 pt. 2 rimbalzi e 2 perse. INSODDISFACENTE

POLLONE voto 7: quando c’è da arginare un pericolo, sia esso un tiratore o un energico marcantonio il coach si affida al suo fido scudiero e sa che non ne rimarrà deluso. Questa sera si alterna con Johnson su Basile nel momento clou e pur regalando chili e centimetri sa giocare d’astuzia togliendo l’appoggio al numero 7 lombardo e costringendolo spesso all’errore. Condisce la sua prestazione anche con 10 punti frutto di un ottimo 2/3 da due e un eccellente 2/2 da tre, 4 rimbalzi e 1 persa nei suoi 25′ di gioco. GARANZIA

RADONJIC voto 5,5: in difesa cerca di dare il suo contributo ma evidentemente non è ancora al meglio della condizione e Martino gli concede solo 10′ di gioco nei quali non incide nel punteggio e sporca appena il proprio tabellino. L’impegno e l’energia non gli fanno difetto, ma questa sera la sua performance non può considerarsi pienamente sufficiente. Per lui 1 rimablzo, 1 persa e 1 assist. CONVALESCENTE

ALL. MARTINO voto 6,5: dopo la grande vittoria con Bologna e nonostante le dichiarazioni della vigilia c’era il rischio che partite come queste potessero privare la squadra delle giuste motivazioni e della giusta garra e intensità. In realtà per larghi tratti è anche successo, ma lui è stato bravo nella gestione delle rotazioni e a trovare i giusti equilibri per tenere la sua Forlì in scia e poi andare a vincerla. SERGENTE

La partita