Ti sarà inviata una password tramite email.

Secondo appuntamento consecutivo al Marco Simoncelli World Circuit di Misano, che si apre con le due sessioni di prove libere del venerdì a dir poco equilibrate e giocate sul filo di rasoio, con ben cinque piloti raccolti in meno di un decimo. Lontano dalle prime posizioni, invece, Andrea Dovizioso, che ha chiuso al 12º posto nella combinata in 1’32.152, distante mezzo secondo dalla KTM di Brad Binder.

Qualche spunto positivo nelle FP1 per il forlivese, chiuse al 7º posto parziale, salvo poi ‘crollare’ nel secondo turno concluso invece addirittura in 18ª posizione. Va detto che nelle FP2, però, Dovizioso, a differenza dei diretti avversari per il Mondiale, non ha mai montato la gomma da qualifica, preferendo così concentrarsi sulla distanza di gara. Certo è che nelle libere di sabato mattina servirà un’ottima prestazione sua e della Ducati per strappare il pass per il Q2 delle prove ufficiali.

«Quest’oggi abbiamo preferito concentrare il nostro lavoro sui preparativi per la gara – spiega Andrea –, senza preoccuparci troppo dei tempi. Abbiamo fatto dei passi avanti, ma ancora non bastano: anche i nostri avversari sono migliorati molto dopo il test di martedì scorso. In ogni caso sono fiducioso: sappiamo su cosa lavorare per essere più competitivi. Ora dobbiamo mantenere la concentrazione: domattina sarà molto importante chiudere le FP3 nella top ten».