Ti sarà inviata una password tramite email.
Domenica comincia la seconda fase della stagione regolare di serie A2.

La prima giornata di questa nuova avventura lunga 10 gare vedrà opposti i padroni di casa dell’Unieuro Forlì alla Real Sebastiani Rieti, squadra guidata da Alessandro Rossi, e che dopo un lungo purgatorio in serie B è alla prima esperienza nella seconda serie del basket italiano.

I Laziali, dopo la prima fase, sono arrivati quarti nel girone verde a quota 26 punti e possono mettere in campo Un quintetto di partenza di tutto rispetto: Il fosforo di Marco Spanghero, la dinamicità di Jazz Johnson, l’atletismo di Davide Raucci, i centimetri e i muscoli di Danilo Petrovic e Dustin Hogue.

Questi sono i nomi e le caratteristiche che contraddistinguono lo starting five amarantoceleste, un mix di imprevedibilità offensiva e forza sotto le plance.
La panchina reatina è formata da tanti giocatori che possono dare quel qualcosa in più entrando a gara cominciata: un esempio su tutti Sanguinetti, un altro giocatore di talento pronto ad esplodere come Alvise Sarto, Italiano con il suo carattere, Piccin alla prima esperienza in A2, alla quale si affaccia come uno dei migliori Under della scorsa Serie B, l’esperienza di Andrea Ancellotti e il jolly 2004 Gianluca Frattoni.

Un famoso adagio recita:” chi ben comincia è a metà dell’opera” e se Forlì vorrà mantenere anche nella post season la testa di serie numero uno la vittoria contro Rieti dovrà rappresentare una conditio sine qua non a prescindere dall’assenza o meno nelle proprie fila di Fabio Valentini; la Real Sebastiani Rieti però rappresenterà un ostacolo tutt’altro che facile da superare;l’unieuro arena e avvisata.