Ti sarà inviata una password tramite email.

Una gara fisica e intensa, quasi inaspettatamente considerando lo spartito della gara di andata di quindici giorni fa. In cui Forlì ha finito per ‘sbatterci’ il muso andando incontro alla seconda sconfitta consecutiva, maturata in un overtime tutto all’inseguimento. Così come del resto è stata gran parte del match dell’Unieuro, che ha ceduto di schianto a inizio secondo quarto (8′ di blackout totale) finendo sotto di 15 lunghezze. Rimessa sui binari a inizio terzo periodo, i biancorossi hanno mancato la zampata decisiva ed è ripiombata a -10 a 4′ dalla fine. Quindi, Tortona ha fatto l’impossibile per permettere alla PF di riportarsi a contatto (nessun canestro dal campo, cinque volte in lunetta e cinque volte 1/2), che ne ha approfittato per aggrapparsi al supplementare trascinata da un Landi monumentale (23+15, 9/13 dal campo). In cui gli uomini di Ramondino hanno quindi posto fine alle ostilità tenendo il pallino nelle mani dei propri esterni e centrando il canestro con una continuità invidiabile (6/7). Un dato salta all’occhio: Roderick (controproducente in 19′) e Rush (tanta energia ma scarsa pericolosità in 38′) hanno segnato appena 9 punti in due, tirando ciascuno con 2/11 dal campo. Domenica sbarca Torino all’Unieuro Arena: tutto resta ancora apertissimo per il secondo posto.

Forlì ‘riporta’ Roderick in quintetto dopo due partenze consecutive dalla panchina e l’avvio di match è tutto a favore dei biancorossi: 0-5 iniziale ben orchestrato Rodriguez e lo stesso Terrence. Tortona alza la testa con Mascolo e Fabi, che danno il ‘la’ a un lungo punto-a-punto, caratterizzato da difese piuttosto ‘allegre’, a cui la PF prova a porre fine servendo costantemente Rush sotto canestro. Il tiro da fuori non entra ma i biancorossi riescono ad affondare il pitturato piemontese ed è così che l’Unieuro scava il primo piccolo solco del match: +5 (12-17) a 9’25”. Coach Ramondino non vuole lasciar scappar via gli avversari e chiama subito timeout, col senno di poi a dir poco decisivo. Sì, perché, dopo una manciata di attacchi così così con Mascolo a riposare, Tortona a cavallo del primo e secondo parziale piazza un break mortifero di 19-0 che fa toccare addirittura il +15 ai padroni di casa (32-17). Forlì, del resto, è realmente inesistente. Il primo canestro della seconda frazione arriva dopo ben 8’05” di gioco (8’50” netti senza veder la retina), col tiro dall’arco che non entra (0/11 prima della bomba di Bolpin che risveglia i biancorossi) e una sofferenza esagerata contro la fisicità e l’intensità degli avversari. La Bertram non concede infatti nemmeno un canestro facile a Forlì, chiudendo l’area (ma Giachetti e compagni sbagliano anche numerosi appoggi a canestro: 2/10 da 2 nei secondi dieci minuti) e vincendo agevolmente la lotta a rimbalzo. Con Roderick limitato da tre falli sul groppone (ma il suo primo tempo, ciononostante, è ugualmente negativo), l’Unieuro rivede la luce con un mini-parziale di 0-5 che vale il -10 (32-22), ma viene prontamente respinta da Mascolo e Cannon prima dell’intervallo (37-24).

Al rientro dagli spogliatoi, Forlì è decisamente più pimpante e, come in un amen era finita sotto in precedenza, in un amen si riporta a contatto. Anzi, mette la freccia. Sì, perché Rodriguez imbastisce, quindi due triple consecutive rimettono i biancorossi sui binari: 0-10 in nemmeno 3’ e -3 (37-34). Dopo la tripla di Fabi che getta acqua sul fuoco, sale in cattedra la difesa Unieuro (tre palle perse in 5’ per la Bertram) e Nicola Natali, che fa vedere i sorci verdi ai piemontesi a suon di tagli e confeziona uno 0-8 tutto di sua marca per il nuovo vantaggio Unieuro: 40-42 a 25’50”. La reazione di Tortona è però veemente, e, dopo un assaggio a fine terzo periodo (49-44), si concretizza a tutti gli effetti a inizio quarta frazione. Il ‘solito’ Landi tiene alta la bandiera forlivese (51-48), ma qualche pastrocchio di troppo (e un Roderick che continua ad intestardirsi senza risultati: Dell’Agnello lo mette e sedere e non lo getta più nella mischia) spalanca le porte a due bombe di Sanders che mette le ali ai suoi (57-48), con Fabi ad arrotondare dalla lunetta (58-48, 35’50”). Non è certo tempo di tirare i remi in barca, così la difesa biancorossa torna protagonista e concede le briciole a Tortona, che per dal tiro dall’arco di Sanders (al 4’ della quarta frazione) non vede più la retina dal campo fino al 40’. Così, con tanto lavoro di gomito, l’Unieuro si avvicina (58-54, 37’), quindi i piemontesi le danno una grossa mano per riportarla a contatto. Perché la mano dalla lunetta trema a turno a tutti i leoni, Rodriguez porta Forlì a -2 (60-58, -50”) ma poi Landi, a 15” dalla sirena, commette fallo in attacco e i giochi paiono chiusi. Peccato che Sanders e Mascolo facciano solo 2/4, Rodriguez invece percorso netto (61-60, -8”) e Landi, con 2” ancora da giocare, sigli il canestro (con fallo su tiro?) che porta tutti all’overtime.

Cinque minuti extra che si mettono subito in discesa per Tortona, che trova due triple estemporanee allo scadere, prima con Sanders poi con Mascolo, che valgono il +4 (68-67). Landi risponde a sua volta dall’arco, ma Forlì non riesce a farsi valere a dovere e ritorna sotto (72-67, -2’10”). Giachetti si carica letteralmente i suoi sulle spalle e affonda il colpo rimettendo tutto in piano (72-72, -1’15”), D’Ercole risponde e, sul ribaltamento, la foga porta il capitano a un (dubbio) sfondamento con conseguente fallo tecnico per proteste. Fabi segna un importante allungo (77-72, -45”), quindi la difesa a tutto campo forlivese non porta i risultati sperati e la facile schiacciata di Sanders a 13” (80-74) abbassa la serranda una volta per tutte.

Bertram Tortona – Unieuro Forlì 80-76
(15-17, 37-24, 49-45, 62-62)

TORTONA – Sackey ne, Cannon 12 (5/9), Gazzotti 3 (0/1, 1/2), Ambrosin 5 (0/2, 1/3), D’Ercole 8 (1/5, 2/4), Fabi 14 (1/1, 2/8), Mascolo 16 (4/10, 2/3), Severini 6 (0/2, 2/4), Sanders 16 (3/5, 3/9), Morgillo ne. All. Ramondino.
Tiri da 2: 14/35 (40%) – Tiri da 3: 13/33 (39%) – Tiri liberi: 13/21 (62%) – Rimbalzi: 48, offensivi 9 – Palle perse: 16 – Fuori per falli: Severini

FORLÌ – Rush 5 (2/8, 0/3), Giachetti 10 (2/6, 1/2), Campori (0/1, 0/1), Natali 8 (2/2, 1/5), Bolpin 8 (1/3, 2/2), Landi 23 (8/10, 1/3), Dilas ne, Rodriguez 16 (4/8, 2/8), Bruttini 2 (1/3), Roderick 4 (2/6, 0/5). All. Dell’Agnello.
Tiri da 2: 22/47 (47%) – Tiri da 3: 7/29 (24%) – Tiri liberi: 11/14 (79%) – Rimbalzi: 44, offensivi 10 – Palle perse: 13 – Fuori per falli: Landi

[Foto Raffaele Vaccari]