Ti sarà inviata una password tramite email.

Seconda sconfitta consecutiva per i biancorossi che al PalaOltrepo devono cedere il passo ai padroni di casa di Tortona dopo un supplementare acciuffato all’ultimo respiro. In virtù di questo risultato, la Pallacanestro 2.015 Forlì domenica non sarà padrona del proprio destino. Infatti, anche vincendo, per cercare di acciuffare il secondo posto del raggruppamento i romagnoli saranno costretti ad attendere buone notizie dagli altri campi.

Rush 5,5. 5 punti, 8 rimbalzi e 3 perse, questo il fatturato nei 38’ dello svedese. Tanta energia, quella che non manca mai, ma anche parecchia imprecisione al tiro (2/11 dal campo). Offensivamente può e deve tornare a fare di più.

Giachetti 6. Il capitano è uno degli ultimi ad arrendersi: l’ultimo aggancio a quota 72 nel supplementare è frutto di una sua invenzione. 24’46”, 10 punti, 2 falli subiti e 4 commessi, gli ultimi due sanguinosi, risultato di uno sfondamento in attacco (dubbio) e di un fallo tecnico per proteste.

Campori sv. “Non è la sua partita”: questa frase ce la ripetiamo troppo spesso, ormai. Meno di 4’ in campo e nulla da segnalare. Nei playoff ci sarà bisogno anche di lui: serve una scossa.

Natali 5,5. Parte bene nel secondo tempo perché il primo non lo gioca, come tutta la squadra, poi cala alla distanza. 8 punti per lui nei 31’20” che il suo allenatore gli concede, segnati in un break tutto di sua fattura che riporta Forlì in vantaggio.

Bolpin 5,5. Non è ispirato come nelle ultime uscite in biancorosso. Nei 21’34” passati sul terreno, realizza 8 punti e raccoglie 2 carambole non lasciando alcun segno di rilievo sul campo.

Landi 8. Replica la gara di Torino ma è uno dei pochi a farlo, purtroppo. 37’ e spicci per 31 di valutazione complessiva, frutto di 23 punti, 15 rimbalzi, 7 falli subiti, 1 assist a fronte di 4 perse. Una partita scintillante, tanto scintillante quanto inutile, non per colpa sua. Mette il canestro del 62-62, a 2″ dalla sirena, che porta tutti all’overtime.

Rodriguez 7. Roderick lo guarda a lungo dalla panchina e lui si traveste da americano – nonostante qualche errore nel quarto periodo – per larghi tratti della gara, che chiude con 16 punti, 5 rimbalzi, 2 recuperi, 4 falli subiti in meno di 30’. Peccato non basti.

Bruttini 5. Durante la gara di andata dominò in lungo e in largo nel pitturato, ma a Tortona non replica la prestazione e chiude con 2 punti, 2 rimbalzi e un (non usuale per lui) -14 di plus-minus. Serata no.

Roderick 5. La squadra aveva bisogno di lui in questa gara e la società lo ha messo a disposizione dello staff ricorrendo contro le due giornate di squalifica. Con il senno di poi, i biancorossi potevano anche fare a meno di lui. 19’37” per 4 punti, 5 rimbalzi, 2 perse e molte scelte sbagliate che costringono Dell’Agnello a farlo sedere contro voglia. Panchina a inizio quarta frazione, non metterà più piede in campo.

All. Dell’Agnello 6. La gara che affronta è difficile da preparare, soprattutto perché non sa se avrà o meno a disposizione il suo giocatore di punta. Lui lo fa senza lamentarsi e una disattenta Forlì – che gioca a sprazzi nel secondo tempo, dopo non essersi presentata in campo alla palla due e aver giocato un secondo quarto inguardabile – si trascina sino al supplementare. Sfiorando il colpaccio che sarebbe stato tanto importante quanto immeritato. Avrà tempo per rifarsi.

[Foto Raffale Vaccari]