Ti sarà inviata una password tramite email.

“C’è ancora da lottare! Lo faremo per noi e la nostra classifica! Siamo stati penalizzati da un regolamento senza logica, ma vogliamo fare i play-off!”


Siamo alle ultime battute nel Girone D di Serie D, con i giochi ancora tutti da definire, sia in testa che in coda, a soli 270’ dal termine del campionato.
Alla terzultima giornata per il Forlì l’ostacolo è di quelli impegnativi nella corsa ad un posto play-off, al “Cabassi” di Carpi (domenica 21 aprile, h.15,00) infatti si troverà di fronte alla capolista, reduce da ben 7 vittorie consecutive.
“Un avversario di blasone e molto attrezzato” – dice l’allenatore forlivese – “che sicuramente ci fornirà grandi stimoli nell’affrontarlo.”
Certamente il caso Pistoiese ha scosso non solo l’ambiente, ma soprattutto la classifica e gli animi dei protagonisti. Annullarne tutti i risultati maturati fino ad ora, a 3 giornate dalla fine – “per regolamenti senza logica” – ha sicuramente falsato sia la corsa promozione, col Carpi ad avvantaggiarsi (ora a +4 in classifica sul Ravenna), che quella retrocessione, mettendo in ambasce squadre come la Sammaurese, che parevano tranquille.
Anche le posizioni play-off sono state influenzate, col Forlì fortemente penalizzato (-6!) a vantaggio di Lentigione e soprattutto Corticella – “ma lotteremo per ottenere ciò che la squadra si merita!” -.
Il Carpi, a sua volta, avrà ancora l’ultimo ostacolo da superare prima di poter gioire: il Forlì!
I Galletti per sé stessi ed anche per restituire al campionato, nelle ultime due giornate, quella suspense che fino ad ora aveva regnato sovrana dalla prima giornata.
Ecco il pensiero del tecnico biancorosso Mr. Mauro Antonioli.

Classifica rivoluzionata, play-off: tutto da rifare?
“Da rifare no, però ci sarà da lottare. L’avremmo fatto comunque, però il margine, che ci eravamo conquistati sul campo, si è assottigliato: eravamo terzi ed adesso siamo quinti, con la sesta ad un punto! Credo che non sia giusto, a causa di regolamenti senza logica né costrutto, però dobbiamo accettarlo! Per l’accesso ai play-off eravamo a buon punto ed invece ora c’è ancora da lottare!”

Per i 6 punti persi: potrebbe esserci un contraccolpo psicologico sulla squadra?
“Non credo! Non potevamo sederci neanche prima con 4 punti di vantaggio, adesso non potremmo certo permettercelo. Domani abbiamo inoltre una sfida di cartello, contro una squadra blasonata e molto ben attrezzata, oltretutto la capolista: sarà una partita stimolante! Noi lotteremo per la nostra classifica e per conquistare qualcosa che la squadra merita e che ora è in discussione.”

Il Carpi domani potrebbe festeggiare la promozione….
“Mi aspetto di non farli festeggiare! Anche se sono i più attrezzati, insieme al Ravenna. Sono stati fortunati col caso Pistoiese, speriamo che si rilassino un attimo.”

Chi mancherà?
“Sono out Ballardini, naso rotto in allenamento, e Bonandi, uscito malconcio col San Marino, inoltre Greselin domenica non era al meglio, per un problema di pubalgia, ma è recuperato. C’è anche il rientro di Maggioli.”

Fermare Saporetti: ha in mente qualcosa di particolare?
“Saporetti è un giocatore che da anni segna parecchio e fermarlo non sarà semplice. Dovremo togliergli spazio e tempo, perché altrimenti è letale.”