Ti sarà inviata una password per E-mail

Fragoroso capitombolo ed altro viaggio a vuoto, ad Agnone, per la Protti band. Che prima passa in vantaggio, con Nigretti, poi concede il pari su azione di corner e nella ripresa si fa mettere al tappeto, quasi senza reagire. Termina quindi con una pesantissima sconfitta, per 2-1, la cruciale gara del “Civitelle”, che, ulteriore insidia per i biancorossi, proprio oggi tornava ad ospitare le partite interne dei molisani, dopo il rifacimento del manto sintetico, ora di ultimissima generazione.

La vittoria consente ai locali di superare i Galletti in classifica, che ora vedono la loro graduatoria farsi ancora più dura, alla luce dei risultati dagli altri campi, con la salvezza diretta che s’allontana pericolosamente, a 5 punti, ed il penultimo posto che è ora ad una sola lunghezza. Un ko pesante ed inatteso, dalle conseguenze ancora incalcolabili, ma che potrebbero essere devastanti, in uno scontro diretto che molto doveva dire sul futuro immediato dei biancorossi.

Il match vede una prima parte con un’Olympia Agnonese, rinfrancata dal ritorno a casa, più propositiva a livello di gioco, ma che non mette in eccessiva apprensione la retroguardia forlivese. Al contrario il Forlì, molto abbottonato e ben organizzato, imbastisce un buon gioco di rimessa e proprio in una di queste azioni, al termine di una perfetta triangolazione, Nigretti batte Kuzmanovic portando in vantaggio la sua squadra. 1-0 al 22’. Il gol però, invece di dare maggior sicurezza agli ospiti, mette ancor più sale sulla coda dei molisani, che aumentano la pressione, giungendo al meritato pareggio 7’ più tardi. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il centravanti locale Loris Formuso, appostato sul secondo palo, anticipa tutti e batte Aglietti. Al 29’ è già 1-1. La spinta dell’Agnonese non si smorza, anzi, è Aglietti a dover neutralizzare un siluro dal limite, che lo mette in difficoltà, costringendolo ad una parata in due tempi. La frazione si chiude sul risultato di parità, anche se alla fine sono i locali a farsi preferire.

Nella ripresa il gioco stenta a decollare e le occasioni latitano, col Forlì che sembra ben controllare la verve dell’Agnonese, la quale non riesce più a mettere in difficoltà i romagnoli, come alla fine del primo tempo. Iniziano i cambi da ambo le parti. Nel Forlì esce prima capitan Ivan Graziani (53’), poi Emmanuel Cascione (61’), rilevati rispettivamente da Del Sante e Prati; mentre fra i molisani, a metà tempo (71’), mister Foglia Manzillo indovina la mossa vincente inserendo Barbato e Sorgente, per Gentile e Diarra. Il pareggio è un risultato positivo, gradito soprattutto agli ospiti, che non si dannano l’anima per cercare di tornare in vantaggio. I padroni di casa invece vogliono far cessare l’astinenza dalle vittorie interne (una sola in campionato prima di oggi, col 2-1 alla Jesina del 25 novembre) e galvanizzati dall’incessante incitamento dei propri fans si portano all’attacco. Al 73’, su azione da corner, è quindi l’Olympia Agnonese che trova la rete decisiva col neo entrato Simone Sorgente, giovane classe 1999, abile ad infilare la porta forlivese con un vero e proprio colpo da biliardo. Il tiro, non potente ma preciso, s’insacca all’angolino, non lasciando scampo ad Aglietti. L’Agnonese si porta così in vantaggio per 2-1, quando mancano ancora una ventina di minuti e ci sarebbe tutto il tempo per rimediare. La reazione biancorossa è veemente e troverebbe subito il pari, con Del Sante, ma il guardalinee annulla tutto sbandierando l’offside, senza peraltro troppe proteste forlivesi. Mister Protti corre ai ripari, inserendo Mazzotti e Di Benedetto, in luogo di Baldinini e Possenti (80’), ma i risultati non arrivano. Viene ammonito Vesi, che di lì a poco sarà decisivo salvando su Salifu, lanciato in contropiede. Nemmeno l’ingresso di Gimelli, per un esausto Cenci (82’), regala l’ultimo guizzo ai Galletti, che dopo 5’ di recupero devono alzare bandiera bianca.

Olympia Agnonese – Forlì 2 – 1 (1-1)

AGNONESE – Kuzmanovic, Corso, Litterio, Ricciardi, Albanese, Cassese, Gentile (71’ Barbato), Pejc (87’ Salifu), Formuso (86’ Dezai), Salim (81’ Mazzarani), Diarra (71’ Sorgente).
A disposizione: Maraolo, Ballerini, Araldo, Nyang.
All. A. Foglia Manzillo.

FORLI’ (4-4-2) – Aglietti; Croci, Vesi, Brunetti, Possenti (80’ Di Benedetto); Cenci (82’ Gimelli), Cascione (61’ Prati), Baldinini (80’ Mazzotti); Nigretti, Graziani (53’ Del Sante), Ambrosini.
A disposizione: Mordenti, Putrino, Ferrario, D’Angeli.
All. S. Protti.

Arbitro: F. Catani di Fermo.
Assistenti: C. Castiglione di Frattamaggiore; P. Cipolletta di Avellino.

Marcatori: 22’ Nigretti (F), 29’ Formuso (O), 73’ Sorgente (O).

Ammoniti: Mazzarani (O); Vesi (F).
Recupero: 1’pt, 5’st.