Ti sarà inviata una password tramite email.

Reduce dalla fondamentale vittoria sul Progresso, il Forlì si prepara a tornare in campo, pronto a sfidare la Sammaurese in un derby sempre avaro di soddisfazioni per il club di viale Roma (si gioca sabato alle 14.30). Per i galletti, è il primo confronto di un trittico che vedrà Ballardini e compagni scendere di nuovo in campo nel pomeriggio dell’Immacolata (al Morgagni arriverà il Real Forte Querceta) prima di ‘volare’ in casa del Borgo San Donnino domenica 12 dicembre.

Nuova sfida salvezza da affrontare per il Forlì, dunque, con la Sammaurese attualmente a +3 sugli uomini di Massimo Gadda. Alla vigilia della sfida di campionato, è lo stesso tecnico biancorosso a fare il punto della situazione, sottolineando l’importanza del match. «È una trasferta difficile per tradizione – spiega –, ma anche perché la Sammaurese sta vivendo un bel momento, con le ‘solite’ corsa e aggressività. Sarà una partita durissima, in cui servirà un Forlì perfetto. Abbiamo comunque tutte le possibilità per poterli metterli in difficoltà. Da parte nostra, abbiamo necessità di trovare continuità di prestazioni e risultati. I ragazzi si sono allenati bene e sono pronti: andiamo a San Mauro con fiducia. Sarà un bel banco di prova per tastare la nostra crescita. Gli indisponibili? Non ci saranno Pera e Piva, con quest’ultimo ancora fuori per un’infiammazione. Devo poi valutare Boccardi, per un problema alla caviglia. Si gioca a ritmi serratissimi in queste settimane e bisogna capire quale possa essere il suo utilizzo. Il mercato? Può succedere di tutto. Non ha fatto richieste particolari alla società, né in entrata né in uscita. Vedremo le prossime settimane cosa ci riserveranno. Di certo non è una finestra di mercato ‘facile’».