Ti sarà inviata una password tramite email.

Parte nel migliore dei modi la stagione dei biancorossi, quest’oggi corsari sul difficile campo della neo-promossa Alcione Milano. Decisiva la rete a metà primo tempo di Verde bravo ad insaccare di testa su un delizioso cross di Borrelli. Nella seconda frazione il Forlì si è chiuso nella propria metà campo concedendo poche occasioni alla compagine milanese, e riuscendo a portare a casa 3 punti importanti.

Biancorossi che si schierano con un 4-3-1-2 di base, con Verde alle spalle dei bomber Pera e Petrucci. La partenza è però tutta in favore dell’Alcione, che, a dir poco arrembante, si fa subito sentire nei primi dieci minuti. Prima con Manuzzi (tiro da fuori, De Gori bravo a deviare in angolo), quindi con Morselli, che da fuori area impegna De Gori a bloccare in due tempi. Al 21′, alla prima vera occasione della partita, passa però il Forlì. Calcio d’angolo battuto alla perfezione dal ‘geometra’ Borrelli, che pennella il cross sulla testa di Verde abile a farsi trovare pronto a insaccare in rete. La reazione dei meneghini di casa è però immediata e si concretizza col ‘solito’ Morselli. Dimenticato in area di rigore, al 25′ il classe ’98 prova il tiro, ma trova la disperata opposizione di Gkertsos che devia in angolo. Prima della pausa lunga, poi, l’Alcione reclama anche un calcio di rigore, con Bonaiti atterrato da Pezzi: l’intervento è sulla sfera e il direttore di gara lascia proseguire. Al 43′ c’è ancora tempo per una palla gol forlivese, con Petrucci che si libera sulla sinistra ma conclude alto sopra la traversa.

Parte in sordina l’Alcione ad inizio ripresa schiacciando i Galletti nella propria metacampo. Al 58′ è Borrelli a salvare i biancorossi respingendo il tiro di Lattarulo dopo un coast-to-coast palla al piede. Cornacchini corre ai ripari inserendo forze fresche come Buonocunto e Rrapaj nel tentativo di difendere il risultato. Il Forlì fatica a costruire nuove palle gol, mentre l’Alcione si getta in avanti alla ricerca del pari, come quando all’84’ Morselli ha sui piedi la palla del pareggio, ma il suo tiro dal limite dell’area sorvola il montante difeso da De Gori. Nei minuti finali i biancorossi rimangono in dieci uomini per la doppia ammonizione di Schirone e corre un altro rischio sulla punizione di Bagnai di poco a lato. E’ l’ultima emozione di un match che sorride al Forlì, cinico nello sfruttare una delle poche palle gol create nell’arco dei 90 minuti e altrettanto bravo a soffrire negli ultimi giri di lancette. I ragazzi di mister Cornacchini torneranno in campo nella giornata di domani per una seduta di scarico, pronti a prepararsi in vista dell’impegno di mercoledì 22 settembre in Coppa Italia allo stadio Cabassi contro l’Athletic Carpi.

Alcione Milano – Forlì 0-1
(p.t. 0-1)

Marcatori: 21′ Verde (F)

ALCIONE MILANO – Vinci, Soldi, Petito, Piccinocchi, Viola, Ortolani, Lattarulo (82′ Tucci), Bonaiti, Manuzzi (82′ Bangai), Cannataro, Morselli.
A disposizione: Nocera, Maini, Latini, Lacchini, Apicella, Femmino, Comi.
Allenatore: Giovanni Cusatis.

FORLÌ (4-3-1-2) – De Gori; Dominici, Pezzi, Capitanio, Gkertsos; Schirone, Borrelli (63′ Buonocunto), Ballardini; Verde (89′ Longobardi); Pera, Petrucci (63′ Rrapaj).
A disposizione: Stella, Ronchi, Ndiaye, Rrapaj, Fabbri, Longobardi, Nisi, Buonocunto, Giacobbi.
Allenatore: Giovanni Cornacchini.

Ammoniti: Dominici, Capitanio, Schirone, De Gori (F)
Esplulsi: Schirone (F)
Recupero: 5′ st

[foto Boscherini]