Ti sarà inviata una password tramite email.

Continua il magic moment della squadra di mister Angelini, che con un super secondo tempo sbanca il campo del Prato e fa irruzione, in modo perentorio, in zona playoff. Condotta di gara ineccepibile, quella dei biancorossi, che fanno tesoro dell’andamento delle ultime giornate disputate ed annichiliscono i toscani nella seconda frazione. Partita disputata sul sintetico di Montemurlo (casa del Prato in questo campionato), in un clima caldo ed afoso. 

Primo tempo equilibrato ma contratto, con Angelini a riproporre lo stesso undici di Correggio, con l’unica eccezione di Sabato dentro per Gasperoni. Sei gli under in campo per i biancorossi e Prato che mantiene l’iniziativa senza mai rendersi particolarmente pericoloso, col Forlì che attende sonnacchioso il passare dei minuti, cercando di preservare le energie per la ripresa. Al 45’ è un noioso 0-0.

Così, pronti, via nel secondo tempo ed è Pera a sbloccare immediatamente il risultato, incanalando la partita sui binari preferiti dalla propria formazione. Al 50’ è 1-0 Forlì ed undicesima rete del bomber lucchese in 3 mesi sotto San Mercuriale. La reazione del Prato, che non ci sta a perdere, è veemente, ma raccoglie solo corner su corner, con De Gori che si deve superare in un paio di interventi per evitare la capitolazione. Al 68′, dopo l’ennesimo miracolo del portiere biancorosso a respingere una conclusione a colpo sicuro, ecco nascere una perfetta e letale ripartenza.  Contropiede orchestrato ed innescato da Sabato, che s’invola sulla sinistra e, giunto sulla trequarti offensiva, scambia con Pera. Triangolo che si chiude, con l’esterno difensivo che raccoglie in piena area di rigore il suggerimento del compagno e, da posizione defilata, infila il 2-0.

Gara chiusa? Macché. I toscani hanno una reazione violenta, ma De Gori è attento ed i padroni di casa ancora non sfondano. Al 72’ però la partita si riapre. Clamoroso errore sotto porta di Gigliotti che, su perfetto assist di Pera, si divora il 3-0 a porta spalancata, al termine di un fulmineo contropiede. “Gol mancato, gol subito” recita un vecchio adagio calcistico, che oggi viene rispettato per la seconda volta. Come in occasione del raddoppio forlivese, è stavolta il Prato ad approfittarne, riuscendo ad accorciare le distanze. Sugli sviluppi dell’ennesimo corner è Sanat, il più piccolo della compagnia, a spizzare in mischia battendo di Gori.

Tutto nuovamente aperto e toscani che danno la sensazione di poter addirittura pareggiare. Neanche il tempo di accennare un forcing però, che Giampà, già ammonito, ferma un contropiede biancorosso con un fallaccio ai danni di Buonocunto: secondo giallo e rosso che equivale ad una doccia anticipata. Prato in 10. Nonostante l’inferiorità numerica, è ancora De Gori a salvare su una conclusione bassa rasoterra, alla sua destra, deviando in corner. A mettere tutti d’accordo ci pensa allora il solito Pera, mvp insieme a De Gori (al termine per lui saranno 2 gol ed 1 assist), che finalizza in maniera perfetta su un perfetto suggerimento di Tortori, al termine dell’ennesimo ripartenza biancorossa. Palla nell’angolino e definitivo 3-1 per i biancorossi che, in vantaggio di un uomo, mettono al sicuro il risultato. Il Prato non ci sta, reagisce nuovamente ed altro bell’intervento del portiere forlivese su una conclusione dalla distanza, diretta sotto l’incrocio. È l’ultimo sussulto però, perché il punteggio non cambierà più. C’è solo il tempo per un’altra chance per i galletti, firmata dal neo entrato Ferrari, che però non riesce a liberarsi per il tiro.

Al triplice fischio Forlì in tripudio, col Prato raggiunto e superato in classifica grazie agli scontri diretti. I playoff ora sono una realtà, da difendere con i denti fino all’ultima giornata. Con un Pera ed un De Gori così, sognare è lecito e doveroso.

Prato – Forlì 1-3
(p.t. 0-0)

Marcatori: 50’ e 82’ Pera (F), 68’ Sabato (F), 72’ Sanat (P). 

PRATO – Piretro, Tomi, Giampà, Sanat, Spinosa, Napoli, Carli, Sciannamè, Masini, Minardi, Falchini.
A disposizione: Nannelli, Mastino, Kouassi, Calamai, Tavano, Cecchi, Casati, Fremura, Ouattara.
All. A. Firicano.

FORLÌ – De Gori; Croci (Longobardi), Giacobbi, Sedioli, Sabato; Gkertsos (Ferrari), Piva, Buonocunto, Gigliotti (Carlucci); Tortori, Pera.
A disposizione: Stella, Bedei, Togni, Gasperoni, Battaglia, Pavani.
All. G. Angelini.

Arbitro: Sig. A. Iannello di Messina.
Assistenti: Sig. A. Pasqualetto di Aprilia; Sig. A. Paradiso di Lamezia Terme. 

Espulso: 74’ Giampà (P) per doppia ammonizione.
Recupero: 0’ e 4’.