Ti sarà inviata una password tramite email.

Il Forlì non raccoglie i tre punti che sarebbero stati fondamentali in vista dei play-off, impattando sull’1-1 in terra emiliana. Sul finale ci ha pensato Roma a rimettere in carreggiata la Correggese, nonostante avesse corso il fortissimo rischio di essere espulso pochi minuti prima per un’entrataccia ai danni di Piva. Non è bastato il vantaggio iniziale dei galletti firmato Giacobbi, al terzo squillo stagionale e nemmeno l’ottimo primo tempo giocato dai ragazzi di mister Angelini. Sfuma, dunque, una grande occasione per entrambe le formazioni di avvicinarsi ai play-off che distano ora 3 punti per il Forlì e 4 per la Correggese.

Mister Angelini conferma dieci undicesimi della formazione scesa in campo domenica al Morgagni contro il Mezzolara. Rientra dalla squalifica Tortori che va a prendere il posto di Carlucci sull’out di sinistra nel 3-5-2 disegnato dal tecnico forlivese. Per il resto conferma del terzetto difensivo davanti a De Gori con Sedioli, Giacobbi e Croci. Linea a 5 di centrocampo dove sulle fasce ci sono Tortori e Gkertsos e centro del campo affidato a Piva con Buonocunto e Gigliotti ai suoi lati. Confermato il tandem d’attacco Gasperoni-Pera, con Ferrari pronto a subentrare a partita in corso.

Pronti via e arriva subito una ghiotta palla-gol per i padroni di casa: Muro imbuca perfettamente per Landi che tutto solo davanti a De Gori si lascia ipnotizzare spedendo a lato. Al 6′ minuto è ancora Correggese, sempre con Landi che da punizione dal limite per pochi centimetri non trova il sette alla destra di De Gori. Risponde il Forlì con Tortori bravo a sfruttare il liscio di Casini e trovare Gkertsos sul lato opposto, ma l’esterno greco deve fare i conti con un attento Sottoriva. Al 19′ arriva il vantaggio biancorosso: su un calcio d’angolo dalla sinistra, Buonocunto arpiona all’interno dell’area e calcia a botta sicuro trovando il miracolo di Sottoriva, che si ripete sul colpo di testa ravvicinato di Pera, ma l’estremo difensore emiliano non può nulla sul tap-in da pochi passi di Giacobbi. Sul finire del tempo dopo i tentativi di Pera e Villanova, è il momento di Tortori che da posizione defilata cerca l’incrocio più lontano e Sottoriva non si fa sorprendere e smanaccia in corner. E’ l’ultima emozione di un primo tempo ben giocato dai galletti, mai sotto pressione se non per l’occasione capitata sui piedi di Landi dopo appena due minuti.

Partono forte anche nel secondo tempo i biancorossi, dove Pera entra in area e scarica per Buonocunto che finta il tiro e appoggia per Tortori che da buona posizione calcia alto sopra il montante difeso da Sottoriva. Cerca di scuotersi la Correggese che si rende pericolosa al quarto d’ora con Saporetti che viene anticipato da una buona uscita di De Gori. Un minuto più tardi da circa 25 metri è Villanova a provarci da punizione, ma la sua traiettoria finisce di poco larga. All’82’ la formazione emiliana acciuffa il pari: Villanova crossa dalla trequarti un preciso traversone per l‘incornata vincente di Roma che spedisce il pallone nel sette, dopo essere stato dall’arbitro pochi minuti prima in un intervento da rosso ai danni di Piva. Termina in parità il recupero tra Forlì e Correggese con le due formazioni che non riescono a sfruttare l’occasione di avvicinarsi ai play-off

CORREGGESE – FORLI’ 1-1
(P.T. 0-1)

Marcatori: 19’ Giacobbi (F), 82’ Roma (C)

FORLI’ (3-5-2): De Gori, Sedioli, Giacobbi, Croci, Gkertsos (53’ Sabato), Buonocunto, Piva, Gilgiotti, Tortori, Pera, Gasperoni (68’ Ferrari).
A disposizione: Stella, Bedei, Togni, Longobardi, Battaglia, Carlucci, Pavani.
Allenatore: Giuseppe Angelini.

CORREGGESE (4-3-3): Sottoriva, Fabbri, Casini, Roma, Benedetti, Calanca (87’ De Lucia), Landi, Muro, Damiano (60’ Diallo), Villanova, Carrasco (60’ Saporetti).
A disposizione: Ferretti, Manara, Riccò, El Bouhali, Ghizzardi, Frontera.
Allenatore: Fabio Bazzani.

Arbitro: Emanuele Tartarone di Frosinone
Assistenti: Giuseppe Chiarillo di Moliterno e Andrea Raimo di Empoli

Ammoniti: 51’ Tortori (F), 74’ Roma (C), 87’ Muro (C)
Corner: 2-4

LE PAGELLE

De Gori 6,5. Incolpevole sul goal di Roma. Salva su Riccò ad inizio ripresa. Per il resto sbriga ordinaria amministrazione.

Giacobbi 7,5. Autoritario, sbaglia poco e nulla ed inoltre segna la rete dell’illusorio vantaggio, la terza in questo campionato. Ottima prova.

Sedioli 6. Con meno personalità di Giacobbi, non fa comunque danni e regge l’urto con Damiano, un cliente molto difficile.

Croci 6,5. La solita partita molto generosa in fase offensiva, è molto attento anche in quella difensiva. Secondo tempo più avanti, è una spina nel fianco della difesa della Correggese.

Gkertsos 6,5. Parte bene e si propone spesso in duetto con Pera sulla destra, però è frenato da un infortunio, che lo fa uscire ad inizio ripresa. (53’ Sabato 6. Dà il suo contributo di esperienza e solidità).

Piva 6,5. Recupera un’infinità di palloni, sempre al centro del gioco, anche se è ancora un po’ lento ed impreciso. Dà una grossa mano a Buonocunto nella fase di impostazione.

Buonocunto 6,5. Parte come al solito molto bene, in modo frizzante ed effervescente. Molto generoso, alla distanza paga questa sua tendenza. Partecipa all’azione del goal del vantaggio.

Gigliotti 6. Meglio delle ultime uscite, più ordinato e preciso. Si attiene al copione che Angelini ha scritto per lui e largo a sinistra dà il suo contributo.

Tortori 6,5. Partita di sostanza e qualità, ma pecca ancora in fase con di conclusione (non tira mai!). È prezioso per gli assist e per il lavoro di cucitura della manovra.

Gasperoni 6. Vivace e sgusciante nel primo tempo, quanto anonimo e scarico nella ripresa. Ha il merito di mettere sempre in difficoltà il diretto avversario, ma non sfrutta fino in fondo questa sua qualità. (68’ Ferrari 6. Entra per l’ultimo quarto di partita, dando manforte a Pera in fase offensiva. Non riesce mai a rendersi pericoloso, ma si fa sentire).

Pera 6,5. Sempre nel vivo del gioco, soprattutto quando si tratta di offendere. Non ha grosse chances, ma disegna traiettorie invitanti per i compagni. Vero faro dell’attacco forlivese e riferimento per i propri compagni.

All. Angelini 6,5. Propone l’ennesima formazione titolare infarcita di giovani, che come al solito non sfigura, anzi. Interpreta la partita nel modo giusto e se l’arbitro avesse estratto quel rosso a Roma…

Forlì 7. Il voto è la sintesi di 95 minuti tirati. Caldo ed afa opprimenti, un avversario tosto, ma galletti sempre pimpanti. Nella ripresa finisce la benzina, ma è solo una prodezza di Roma a negare ai biancorossi la meritata vittoria.

Gianluca Dall’Oro