Ti sarà inviata una password tramite email.

Si è svolto negli scorsi giorni, a Bologna, l’intervento per la ricostruzione del legamento crociato destro di Francesco Vittozzi, a seguito dell’infortunio subito nella gara interna dell’Oleodinamica contro il Bagnolo giocatasi sabato 12 febbraio. Le prime sensazioni sono positive e rimane viva la speranza di rivedere presto in campo il senatore biancorosso: «Credo che la dea bendata, che ancora una volta si è girata contro Francesco, sia stata davvero troppo crudele – racconta il ds Ghirelli. Stava disputando una stagione davvero sopra le righe, da vero leader qual è di questo Forlì, e l’infortunio, avvenuto proprio durante l’azione del suo gol che ci ha portato in vantaggio contro il Bagnolo, ha un sapore di doppia beffa. È la seconda volta in tre anni che è costretto a subire questo calvario. Un colpo che avrebbe abbattuto chiunque ma non Vitto, che già dalla settimana successiva era in palestra per recuperare e per tenere i suoi compagni sul pezzo».

Un racconto sofferto, a testimonianza del legame profondo che lega il direttore sportivo e Vittozzi: «È stato il mio primo acquisto quando venni a Forlì nel giugno 2018 e nonostante le difficoltà, con tanta determinazione e professionalità, ha dimostrato appieno il suo valore. Diventando con mentalità e professionalità un leader sia in campo che nello spogliatoio. Le sue lacrime in tribuna, affianco a me nella semifinale di Coppa persa ai rigori a Casalgrande, sono una scena che non dimenticherò mai. Lo aspetto presto in campo perché merita di tramutare quelle lacrime in rivincita contro una sorte avversa che non si meritava assolutamente».