Ti sarà inviata una password tramite email.

Il sorriso di capitan Cangini nelle interviste al termine della spettacolare sfida del PalaMadiba parla da solo. Parole e sorrisi che racchiudono l’orgoglio del capitano di questo gruppo, che in casa della prima della classe ha spaventato e non poco i modenesi sfiorando il colpo grosso grazie ad una lettura di gara oculata con una difesa esaltata dalle prodezze di Cassano e verticalizzazioni continue che hanno messo in seria difficoltà la difesa dei locali. Rimanendo però purtroppo beffati nel finale dalle reti di Dopico e Pinea, che regalano tre punti sudatissimi ai gialloblù di casa.

Sconfitta che non scalfisce comunque le speranze di accedere ai playoff. Anzi, speranze che escono rafforzate dall’ennesima prestazione di spessore.  In classifica, col Russi che che continua a vincere passando di misura ad Imola e rimane in scia alla capolista, si amplia la forbice fra secondo e quinto posto, per cui molto probabilmente accederà ai playoff solo la quarta. Quarto posto occupato sempre dal Balca a quota 31, uscito con le ossa rotte dalla trasferta in casa della Gennarini terza della classe, che dovrà difendere da qui alla fine il vantaggio di due punti dalla coppia Forlì e Ic Futsal che continuano a braccetto.

Tornando al match di Modena, pronti, via e al primo affondo passano i locali: rimessa laterale di Amarante dalla destra, Biasi manca la deviazione e Cuadrado dietro di lui devia sfortunatamente nella propria porta. Forlì che trova il pareggio al 5′ con Cangini che si invola sull’out di destra, si fa 30 metri di campo e supera di destro Vezzani in uscita. Il Modena torna avanti al minuto 17 con Pinea, il quale, partendo dalla propria metà campo sulla sinistra, si accentra scartando Cuadrado con una suolata e solo davanti a Cassano lo batte con una botta all’incrocio per il 2-1 su cui si va al riposo.

Nella ripresa un Forlì concentrato trova il break con due reti a cavallo del 9′ di gioco. Il pareggio lo firma Di Maio, liberato al limite da una perfetta imbucata di Benhya, mentre il 2-3 che ribalta la contesa lo segna Cuadrado con uno stop e tiro sul secondo palo servito ancora da un Benhya ad innescare la ripartenza. La reazione della capolista è comunque da grande squadra: il pareggio arriva con uno schema su calcio di punizione col tiro di Dopico che s’infila nell’angolino basso alla destra di Cassano, mentre il definitivo 4-3 lo segna di sinistro Pinea liberato in area dal perfetto assist dell’ex Bressan a finalizzare una situazione di gioco col quinto di movimento.

Nel prossimo turno altro impegno da novanta per i ragazzi di mister Gottuso, che al PalaMarabini riceveranno la visita di una Real Casalgrandese che nel girone di ritorno ha cambiato marcia e con la terza vittoria consecutiva (4-0 in casa col Sassuolo) è uscita dalla zona playout e proverà a giocarsi le ultime carte per provare e rientrare in corsa per l’accesso ai playoff.

Modena Calcio a 5 – Oledinamica Forlì 4 – 3
(p.t. 2-1)

MODENA – Vezzani, Biasi, Amarante, Dopico Rapacchietta, Pinea, Bressan, Marvich, Di Ronzo, Cellulare, Checa, Nave. All. Checa N.

FORLÌ – Cassano, Fabbri, Mozzoni, Vittozzi, Cangini Greggi, Benhya, Di Maio, Cirillo, Cuadrado, Ruffilli, Daraji, Simoncini. All. Gottuso.

Marcatori: 1’pt aut. Cuadrado (F), 5’pt Cangini Greggi (F), 17’pt Pinea (M), 8’st Di Maio (F), 9’st Cuadrado (F), 11’st Dopico, 29’st Pinea (M).