Ti sarà inviata una password tramite email.

Termina senza reti il match in terra emiliana tra Carpi e Forlì. Uno degli incontri più attesi della terza giornata, in cui i galletti non sfruttano la superiorità numerica per tutto il secondo tempo e si accontentano di portare a casa un punto che fa classifica e morale. Dall’altra parte, gli uomini di mister Bagatti, in dieci contro undici, sfoderano nella ripresa una prestazione di carattere, tatticamente avveduta, che per poco non gli consente di fare propria l’intera posta in palio, nonostante l’inferiorità numerica.

Una partita dai due volti, che ha visto il Forlì farsi preferire nel primo tempo, in parità numerica, per possesso palla ed occasioni create: quattro tiri nello specchio, di Pera e Borrelli, ben neutralizzati da Ferretti, a testimonianza della verve dei biancorossi romagnoli. Proprio sul finire della prima frazione, in pieno recupero, ecco l’episodio che poteva cambiare le sorti della gara. Ficola, già ammonito, si fa pescare dall’arbitro in una proditoria gomitata in un contrasto aereo ai danni di Pera. Secondo giallo dell’attento arbitro genovese Lingamoorthy e Carpi che resta in dieci fin dal termine del primo tempo.

Nella ripresa ti aspetti un Forlì famelico con l’istinto del killer, ed invece i romagnoli mostrano una manovra lenta ed involuta che favorisce la tattica difensiva del Carpi. Il quale, anzi, in contropiede confeziona le occasioni migliori della partita. I galletti vengono salvati prima da una traversa e poi da un salvataggio di Capitanio sulla linea, al termine di due fulminei quanto pericolosissimi contropiedi dei padroni di casa. Solo sul finire di gara, in pieno recupero, da segnalare un tiro del neo entrato Schirone dal limite dell’area, ribattuto dalla difesa.

Al triplice fischio finale dell’arbitro è così 0-0. Il Forlì torna a casa con un punto in saccoccia, mantiene la rete inviolata in trasferta, con un solo gol subito in tre partite (per giunta su punizione) e prosegue la propria marcia d’avvicinamento al derby di mercoledì prossimo. Quando cioè al Morgagni saliranno i biancorossi a scacchi riminesi.

Carpi-Forlì 0-0 

CARPI (4-3-2-1): Ferretti; Tosi, Ficola, Calanca, Togola (55’ Montebugnoli); Lordkipanidze, Bolis, Ballardini Er. (86’ Borgarello); Villanova (64’ Walker), Finocchio (46’ Aldrovandi); Raffini (92’ Serrotti).
A disposizione: Ballato, Uni, Mele, Mignani.
All. M. Bagatti. 

FORLÌ (4-3-1-2): De Gori; Fabbri (57’ Dominici), Pezzi, Capitanio, Gkertsos; Amaducci (57’ Schirone), Ballardini El. (86’ Buonocunto), Borrelli (70’ Longobardi); Rrapaj; Verde (86’ Ndiaye), Pera.
A disposizione: Stella, Ronchi, Nisi, Giacobbi.
All. G. Cornacchini. 

Arbitro: Senthuran Lingamoorthy di Genova.
Assistenti: Gianluca Pampaloni di La Spezia e Nicoló Pasquini di Genova. 

Ammoniti: Ficola (2 volte), Togola, Mele, Raffini, Er. Ballardini (C), Borrelli (F).
Espulso: 46’pt Ficola (C) per doppia ammonizione; 65’ Marolda (vice F).
Corner: 2-3 per il Forlì.
Recupero: 1’ e 5’.