Ti sarà inviata una password tramite email.

SERAVEZZA. Allo stadio “Buon Riposo” è una domenica da cardiopalmo. I padroni di casa dominano il campo nella prima parte di gara, ma si addormentano nella seconda che vede un Forlì voglioso di rivincita, ma senza successo. La gara termina così sul punteggio di 3-2 in favore dei toscani; agli uomini di mister Angelini, che avrebbero certamente meritato quantomeno il pareggio, non bastano dunque le reti di Gasperoni e Pozzebon nella ripresa.

Il Seravezza disputa la 500ª partita nella storia del club dalla rifondazione nel 2006, ed ha tutta l’intenzione di fare i tre punti di cui a digiuno da due mesi. Il Forlì, invece, è alla ricerca di una replica della partita dello scorso recupero contro la Correggese, ma non riesce ad imporsi. Messe in discussione anche le decisioni arbitrali. L’assenza di Grassi (per 3 turni di squalifica) e di Ferrante, nelle file della formazione di casa, insieme a quelle di Biasiol, Tortori e Sabato per il Forlì, hanno indebolito le due squadre.

Dopo un minuto di silenzio in memoria di Mauro Bellugi, ex giocatore della nazionale italiana deceduto il 20 febbraio, le squadre si scatenano alla conquista dei 3 punti. È un tiro alla fune fino all’ultimo minuto di recupero. Subito sfortunato il Forlì al 2’, che non vede concedersi un rigore per fallo su Gigliotti. Dopo aver chiuso una triangolazione, viene strattonato evidentemente in area davanti agli occhi dell’arbitro, ma Ursini non fischia e accende la miccia per il nervosismo in campo. Le occasioni non si sprecano da ambo le parti, punizioni e avanzamenti fino all’area avversaria che mostrano la voglia di riscatto delle formazioni, per allontanarsi il più possibile dalla zona rossa della classifica. Al 14’ Ursini non si trattiene dal concedere un rigore alla formazione di casa su presunto intervento irregolare del capitano dei galletti, ai danni di Podestà. Granaiola segna tra le numerose proteste biancorosse al 15’.

Il match si fa caldo ma favorevole ai verdeazzurri, che affondano la giovanissima difesa del Forlì – tra i 7 under in campo di mister Angelini è incluso tutto il reparto difensivo – al 28’ quando Marzocchi perde palla a centrocampo e, su assist di Podestà, Vanni incorna all’angolino. Ancora Seravezza al 34’: un debole appoggio di testa di Sedioli a Stella favorisce Castellani che si inserisce tra i due e segna la terza rete. I biancorossi vanno così negli spogliatoi con un passivo decisamente pesante: 3-0 in favore dei padroni di casa.

Un tempo per uno, e il secondo è però del Forlì. Al 47′ segna Gasperoni, classe ’99, che va al gol su cross basso di Gigliotti. Continuano le occasioni per il club biancorosso e la tenacia porta anche al secondo gol che riapre la partita: al 72′ Marzocchi mette in mezzo per Pozzebon che si alza la palla e con il sinistro segna spalle alla porta. Un gran gol che dà speranza, ma il cambio di modulo dei padroni di casa – passano ad un 4-5-1 per difendersi –, un altro rigore negato agli ospiti sempre per fallo su Gigliotti e un Maccabruni decisivo nella difesa verdeazzurra, non fa andare oltre questo tentativo di rimonta. Il rientro a casa dei galletti lascia un po’ di amaro in bocca e tanta rabbia per alcune decisioni discutibili.

Seravezza Pozzi – Forlì 3-2
(pt 3-0)

Reti: 15’ pt Granaiola (S, rig.), 28’ pt Vanni (S), 34’ pt Castellani (S), 2’ st Gasperoni (F), 27’ st Pozzebon (F)

SERAVEZZA (3-5-2): Venè; Ferrante, Bagnai, Maccabruni; Bedini, Bortoletti, Andrai, Granaiola, Podestà (30’ st Moussafi); Castellani (33’ st Bongiorni), Vanni.
A disposizione: Biagioni, Ricci, Bongiorni, Mancino, Saporiti, Kozlov, Klej, Fantini.
All. Vangioni.

FORLÌ (4-3-3): Stella; Croci (26’ st Gkertsos), Sedioli, Giacobbi, Marzocchi; Ballardini, Corigliano (22’ st Zabre), Buonocunto; Gigliotti (33’ st Ferrari), Gasperoni (33’ st Carlucci), Pozzebon.
A disposizione: De Gori, Zamagni, Battaglia, Piva, Ndedi.
All. Angelini.

Arbitro: Ursini di Pescara.

Ammoniti: 15’ pt Stella (F), 19’ pt Vanni (S), 15’ st Croci (F), 21’ st Bagnai (S), 34 st mister Angelini (F), 39’ st mister Vangioni (S), 42’ st Andrei (S), 43’ st Zabre (F), 49’ st Bongiorni (S)
Note: Partita giocata a porte chiuse – Angoli 0-6 – Recupero 1’ e 4’