Ti sarà inviata una password tramite email.

Due gol per tempo e per il Forlì la pratica Fanfulla è chiusa. Tutto facile, dopo, ma prima le incognite erano tante. Motivazioni, infortuni, giovani all’esordio, o quasi, ed un avversario non ancora salvo che, per onorare il proprio nome, quello del guerriero Fanfulla, era sceso al Morgagni alla ricerca perlomeno del punto della tranquillità. Oltre a tutto questo, il caldo torrido del pomeriggio forlivese. A conti fatti i galletti fanno un figurone e si congedano dal proprio pubblico nel migliore dei modi, superando i lombardi per 4-0 e sciorinando una delle migliori prestazioni stagionali fra le mura amiche. Trascinati dai fratelli Ballardini, con Elia a suonare la carica nel primo tempo col gol del 2-0 ed Amedeo a replicare nella ripresa – col Fanfulla ormai ridotto in 9 –, prima su rigore e poi con un’acrobatica e spettacolare rovesciata in chiusura. Standing ovation!

E dire che in avvio la partita sembrava equilibrata, con le due formazioni ad affrontarsi a viso aperto, rispondendo colpo su colpo all’avversario. Al 4’ apre le danze un colpo di testa di Amaducci, fuori di poco ad anticipare tutti su un cross dalla destra di Fabbri. Pronta la risposta degli ospiti con Greco, destro a giro fuori. Al quarto d’ora è Amedeo Ballardini a vedere deviata la sua inzuccata. La replica è di Laribi, che si libera in area ma conclude fiaccamente fra le braccia di Ravaioli. Intorno alla metà della frazione i galletti sembrano prendere il sopravvento, confezionando tre azioni estremamente pericolose col tandem Amaducci-Elia Ballardini. Prima il giovane centravanti si mette in proprio senza fortuna, col compagno a cercare di ribadire di testa (parata); poi è Ballardini a ricevere da Manara, con la sua conclusione nuovamente bloccata.

Si arriva così al 26’, quando il punteggio si sblocca. Elia Ballardini ed Amaducci lottano nell’area avversaria, conquistando il pallone, con quest’ultimo a trovare l’angolo giusto: 1-0. Il Fanfulla accusa il colpo ed il Forlì raddoppia. Al 32’, su un cross dalla destra, la palla arriva sul secondo palo, dove prima Manara e poi Elia Ballardini colpiscono di testa, col secondo che supera Cizza per il raddoppio. Il Fanfulla si scuote e conquista in punizione dai 16 metri, batte Greco che calcia alto. In chiusura c’è ancora il tempo per una bella azione sulla sinistra di Manara, che pesca Fabbri dalla parte opposta: colpo di testa fuori. Al riposo è doppio vantaggio biancorosso.

In avvio di ripresa, mister Bonazzoli, tecnico dei lombardi, toglie Mouddou mandando in campo Balla, che sarà protagonista in negativo della partita. Pronti, via e su corner di Scalini colpo di testa di Ronchi, che si divora il tris mettendo incredibilmente a lato. Pochi minuti dopo, replica del calcio d’angolo di Scalini, ma stavolta è Pezzi a spizzare di tacco sul primo palo, mettendo fuori causa tutta la difesa. La palla attraversa lo specchio della porta senza che nessuno riesca nel tap-in vincente. È poi Rrapaj a mangiarsi il 3-0, a tu per tu con Cizza, cogliendo il palo alla destra del portiere da non più di 5 metri dalla porta. Al 57’ Balla viene ammonito per una brutta entrata su Fabbri e dopo pochi minuti è colto dall’arbitro in una dubbia simulazione: secondo giallo e Fanfulla in 10. Manara cerca ancora fortuna ma di testa non centra il bersaglio. Il Fanfulla paga l’inferiorità, che al 71’ diventa doppia. Agnelli falcia da tergo Manara in ripartenza a metà campo: l’arbitro Dini estrae subito il rosso senza esitazioni ed ospiti in nove.

A questo punto i biancorossi dilagano. Nisi, appena entrato, sfiora il primo gol con una girata da centro area. Al 78’ Longobardi si libera sulla destra, ma appena entrato in area viene fermato da un fallo di mano del proprio marcatore. L’arbitro propende per la punizione dal limite, ma l’assistente lo corregge, essegnando il penalty. Dal dischetto si presenta Amedeo Ballardini che spiazza Cizza: 3-0. Il Fanfulla ha un sussulto con Austoni, che all’88’ si libera al tiro: palla a lato di poco. Pare l’ultima emozione della partita, ma quando sembra ormai tutto deciso, ecco l’ultima azione dei galletti. Rrapaj si libera e dal limite lascia partire un fendente teso e potente. Palla che si stampa sotto alla traversa e torna in campo. Amedeo Ballardini raccoglie il rimbalzo e di prima intenzione, in rovesciata acrobatica, lascia tutti di stucco realizzando, sotto all’incrocio, la sua seconda doppietta stagionale e sigillando una prestazione, oggi per tutto il girone di ritorno, sopra le righe. Chapeau!

Forlì – Fanfulla 4-0
(p.t. 2-0)

Marcatori: 26’ Amaducci, 33’ Ballardini E., 79’ (rig.) e 92’ Ballardini A.

FORLÌ (4-3-3): Ravaioli; Fabbri, Pezzi, Ronchi, Gkertsos; Piva (58’ Nisi), Scalini (74’ Borrelli), Ballardini A.; Ballardini E. (58’ Rrapaj), Amaducci (67’ Casadei), Manara (74’ Longobardi).
A disposizione: Stella, Buonocunto, Malandrino, Capitanio. All. M. Graffiedi. 

FANFULLA (3-5-2): Cizza; A. Baggi, Cottarelli, Agnelli; F. Baggi, Laribi (86’ F. Tufo), Magli, Greco (76’ Mustafaraj), Bernardini (84’ A. Tufo); Mouddou (46’ Balla), Spaviero (62’ Austoni).
A disposizione: Vaccari, Bracelli, Roma, Pavesi. All. E. Bonazzoli. 

Arbitro: Sig. Matteo Dini di Città di Castello (Pg).
Assistenti: Sig. Pier Guido Morsanuto di Portogruaro (Ve); Sig. Lorenzo Savasta di Bra (Cn). 

Ammoniti: Manara (Fo); Magli e Balla (2 volte)(Fa).
Espulsi: 63’ Balla (Fa) per doppia ammonizione; 71’ Agnelli (Fa) rosso diretto per fallo da dietro.
Corner: Forlì 6; Fanfulla 2.
Recupero: 1’ e 3’.